La presenza di soldati francesi in Ucraina rivelata da Olaf Scholz, cancelliere tedesco

Con alleati del genere, chi ha bisogno di nemici? Questo probabilmente si saranno detti francesi e britannici, dopo l'ultima uscita del cancelliere tedesco Olaf Scholz. Per giustificare la sua decisione di non consegnare missili Taurus all’Ucraina, quest’ultima ha affermato che la Germania non può inviare soldati in una zona di conflitto, come nel caso della Gran Bretagna, e dalla Francia…

La presenza di soldati francesi in Ucraina, come di quelli britannici, sarebbe necessaria per l'implementazione dei missili da crociera Scalp-EG e Storm Shadow

Secondo la cancelliera tedesca, infatti, sarebbe fondamentale che i soldati tedeschi fossero schierati sul posto, per programmare bersagli e traiettorie dei missili Taurus.

Ovviamente l'ipotesi di schierare soldati tedeschi in Ucraina, anche per missioni di supporto discreto, è inaccettabile per Olaf Scholz, che sembra temere più di ogni altra cosa che Berlino sia coinvolta in questo conflitto.

Olaf Schoz
Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha commesso una strana grazia, per scagionarsi dal rifiuto di consegnare missili Taurus all'Ucraina, rivelando la presenza di soldati francesi e britannici in Ucraina.

“I soldati tedeschi non possono essere collegati in nessun momento e in nessun luogo agli obiettivi colpiti dal sistema (Taurus). Neppure in Germania» ha dichiarato per chiarire le sue osservazioni e le sue posizioni.

Di fronte alla crescente pressione dei parlamentari tedeschi, in particolare di quelli dell'opposizione di destra, quest'ultimo ha illustrato il suo punto affermando che Francia e Gran Bretagna avevano schierato soldati per svolgere questa missione insieme alle forze aeree ucraine.

Un “palese abuso di intelligence” secondo Londra, che si scaglia contro il cancelliere tedesco Olaf Scholz

Se almeno per il momento Parigi resta discreta sull'errore commesso da Olaf Scholz, non è così per Londra, che è infuriata. “ Si tratta di un palese abuso dell’intelligence deliberatamente progettato per distrarre dalla riluttanza della Germania ad armare l’Ucraina con il proprio sistema missilistico a lungo raggio“, ha detto Tobias Ellwood, ex presidente del comitato di difesa della Camera dei Comuni. E aggiungere “ Questo sarà senza dubbio utilizzato dalla Russia".

Missile da crociera Taurus
Accanto allo SCALP-EG/Storm Shadow, il Taurus è richiesto da molti mesi dalle autorità ucraine, che ricevono sistematicamente un fermo rifiuto da Berlino.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 missili da crociera | Notizie sulla difesa | Germania

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

6 Commenti

  1. Ho dei dubbi sulla giustificazione di questa dichiarazione perché E. Macron sa benissimo che gli USA e la Germania si oppongono a qualsiasi schieramento, l'uno per ragioni politiche (elezioni), l'altro storico e tecnico (Bundeswehr inesperta) e ha capito, io pensare e sperare che l’esercito francese, in difficoltà, non sia in grado di affrontare da solo un’operazione di questo tipo.
    D’altra parte, con il suo discorso crea un soggetto di dissenso politico che gli permetterà di affrontare il suo bersaglio privilegiato, la RN, che minaccia direttamente Rinascimento alle elezioni europee: verrà così presentato come il partito del nemico che rifiuta di sostenere l’Ucraina – tema che Macron considera divisivo all’interno della società francese, cosa che, a mio avviso, non è più così – e quindi non appartenente all’“arco repubblicano”, filo-russo e anti-europeo, infine tutta la panoplia dei il traditore della commedia! Questa operazione è già iniziata nell'Assemblea Nazionale, risparmiando la LFI che si oppone ad ogni intervento come la RN.
    Quanto agli “operatori” sul campo, ce ne sono sempre stati e il presidente avrebbe potuto risparmiarsi una simile dichiarazione per aumentare il volume, soprattutto perché la loro presenza non è mai stata oggetto di alcuna pubblicità.

  2. Lo stesso cancelliere tedesco, che dopo aver dato un'arma a Vladimir Putin contro i suoi alleati britannici e francesi, per ragioni di scarsa politica interna, lamenta una fuga di notizie in videoconferenza dalla sua aviazione. Quando il cattivo esempio viene dai più alti, ne rideremmo se non fosse meglio piangerci sopra. Il nostro vicino è tutt’altro che un alleato affidabile.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli