La costruzione di due super-cacciatorpediniere giapponesi AEGIS ASEV inizierà nel 2024

Il ministero della Difesa giapponese ha annunciato di aver ottenuto 373 miliardi di yen per iniziare la costruzione dei due supercacciatorpediniere AEGIS ASEV destinati a sostituire il sistema AEGIS Ashore cancellato nel 2021, come parte del bilancio 2024. Pesantemente armate, queste navi da 12 tonnellate avranno il compito di proteggere l'arcipelago giapponese dai missili balistici e da crociera nordcoreani e cinesi, ma anche di effettuare, se necessario, attacchi preventivi o di ritorsione contro i suoi possibili aggressori.

Tra la Cina e la Corea del Nord, il Giappone è potenzialmente il bersaglio di diverse centinaia di missili balistici a medio raggio (MRBM) e a raggio intermedio (IRBM), ciascuno dei quali può essere armato con una testata nucleare.

A questa minaccia già più che sostanziale si aggiungono più di mille missili da crociera, imbarcati a bordo di cacciatorpediniere e sottomarini della Marina cinese, nonché nuove armi ipersoniche come il DF-17 armato con un aliante in grado di manovrare a velocità superiori a mach 5.

La doppia cortina difensiva del Giappone di fronte alla minaccia dei missili balistici cinesi e nordcoreani

Per far fronte a queste minacce, Tokyo aveva contato sulla creazione di una doppia cortina difensiva antimissile, composta, da un lato, dagli otto cacciatorpediniere AEGIS delle classi Kongo, Atago e Maya, nonché da un dispositivo AEGIS Ashore, simile a quello che oggi protegge le Isole Hawaii. Dotate di radar SPY-1 e di missili SM-3 e SM-6, queste due cortine successive dovevano essere in grado di proteggere le infrastrutture civili e militari dell'arcipelago giapponese, di fronte agli attacchi preventivi cinesi o nordcoreani.

cacciatorpediniere AEGIS Maya
La Marina giapponese gestisce otto cacciatorpediniere AEGIS: quattro classi Kongo, due classi Atago e due classi Maya, mostrate qui.

Tuttavia, ciò senza tenere conto della significativa densità di popolazione del paese. Infatti, i residenti locali vicini al sito in cui doveva essere installato il sistema AEGIS Ashore si sono opposti a questa costruzione, temendo sia la ricaduta di detriti in caso di intercettazione riuscita, sia la certezza di essere un obiettivo con priorità più alta. potenziale avversario, se applicabile.

In ogni caso, nel 2021, Tokyo ha annunciato la cancellazione di questo programma e il lancio di un programma sostitutivo, con lo sviluppo di due nuovi cacciatorpediniere AEGIS, progettati specificamente per la protezione antibalistica e antimissile dell'arcipelago.

Il programma di super-cacciatorpediniere AEGIS ASEV della Marina giapponese

Chiamate ASEV per Aegis System attrezzata Vesse, queste due navi non usurperanno la designazione di super-cacciatorpediniere o nave arsenale. 20 metri più lungo dei Maya, lunghe 190 metri, saranno anche più larghe del 20%, con una larghezza abbagliante di 25 metri rispetto a 21 m. Le due navi, infatti, saranno molto più imponenti dei cacciatorpediniere Aegis giapponesi o americani, con una stazza di 12 tonnellate, quasi la metà delle 000 tonnellate dei Maya.

Soprattutto, gli ASEV saranno molto ben armati, con 128 silos verticali per ospitare missili antibalistici e antimissile SM-3 e SM-6, ma anche missili da crociera Tomahawk. Ricordiamo, infatti, che le autorità giapponesi hanno modificato la Costituzione per consentire l'uso di missili cruise contro un territorio avversario, anche durante attacchi preventivi, fino ad ora considerati contrari all'atteggiamento esclusivamente difensivo imposto alle forze armate giapponesi. forze di difesa.

Missile SM-3
Il missile antibalistico SM-3 può intercettare bersagli in volo balistico ad un'altitudine compresa tra 80 e oltre 150 km. D'altro canto, non è in grado di intercettare i vettori che evolvono più in basso, o che non seguono una traiettoria balistica classica.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Difesa antimissile | Notizie sulla difesa | Costruzioni navali militari

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli