Di fronte a V. Putin, E. Macron dichiara che la Francia era pronta a garantire l'integrità territoriale dell'Ucraina

Tra la crisi dei migranti ai confini polacchi, lettoni e lituani, e la nuova concentrazione di forze ai confini ucraini, il Cremlino sta dispiegando da diverse settimane buona parte delle sue capacità di mobilitare azioni ibride per creare discordia e disunione tra gli europei, e nel collegamento transatlantico. Alla fine, può darsi che questa volta Vladimir Putin abbia fatto un passo in più. Infatti, dopo l'evocazione ricorso all'articolo IV della NATO da parte dei 3 paesi europei nel mirino della crisi organizzata a Minsk, poi l'annuncio di Dispiegamento a Londra di 800 truppe britanniche in Ucraina per confermare l'impegno della Gran Bretagna a Mosca, tocca alla Francia essere pienamente coinvolta in questa crisi.

In occasione di una telefonata tra i capi di Stato francese e russo, Emmanuel Macron così, secondo Agence France Presse, ha annunciato al suo omologo Vladimir Poutine che la Francia è ora pronta a "garantire l'integrità territoriale dell'Ucraina". Secondo lo stesso rapporto dell'AFP, il presidente russo ha informato Emmanuel Macron che intendeva proporre un piano di de-escalation per allentare le tensioni. È la prima volta che la Francia prende una posizione diretta anche nel conflitto latente tra Mosca e Kiev, segnato dall'annessione della Crimea nel 2014, poi in una guerra ibrida che includeva ingenti risorse sostenute dal Cremlino nel Donbass. , che ha portato Parigi annulla la vendita dei due BPC classe Mistral alla Marina russa.

Il presidente Hollande annulla la vendita delle due portaelicotteri d'assalto classe Mistral alla Russia a seguito dell'annessione della Crimea nel 2014

Secondo l'intelligence occidentale, 90.000 soldati russi hanno preso posizione vicino al confine ucraino, con ingenti risorse. In totale, ora ci sono 115.000 soldati, aviatori e marinai che si trovano pronti ad agire contro l'Ucraina. Gli Stati Uniti avevano, a questo proposito, informato i suoi alleati europei di la probabile imminente azione militare russa in Ucraina la settimana scorsa. Per quanto riguarda il presidente russo, ha annunciato che l'intelligence ucraina ha stimato che la Russia avrebbe avviato un'azione armata durante l'inverno. Non è la prima volta che una tale concentrazione di forze russe ha suscitato reazioni di grande preoccupazione in Ucraina e in Occidente, l'ultima delle quali è avvenuta lo scorso marzo, quando 110.000 soldati russi sono stati inviati in e lungo la Crimea. confine ucraino.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE