La futura portaerei sudcoreana potrebbe essere molto più grande del previsto e dotata di catapulte

Il minimo che possiamo dire è che il programma della portaerei sudcoreana non manca di colpi di scena. Nell'ottobre 2019, il capo di stato maggiore sudcoreano, il generale Park Han-ki, ha annunciato che l'amministrazione del presidente Moon Jae-In aveva approvato la costruzione di due portaerei da 30.000 tonnellate in grado di implementare velivoli da combattimento F-35B, un verticale o versione corta di decollo e atterraggio del famoso velivolo Lockheed-Martin, utilizzato in particolare dal Corpo dei Marines americani ma anche dalla Royal Air Force, dalle forze di autodifesa aerea giapponesi e dall'aeronautica navale italiana. Un anno dopo, nel 2020, non si parlava più di 2 portaerei…

Leggi l'articolo

Per la US Air Force, ora è tutto F-35!

Solo 3 anni fa, sotto l'impulso del direttore delle acquisizioni dell'epoca, il dottor Will Roper, l'aeronautica americana ha intrapreso un approccio industriale molto audace, basato su programmi brevi e limitati, maggiore concorrenza tra i produttori e riduzione cicli di vita dei suoi materiali volanti. Questo modello aveva sedotto anche lo stato maggiore americano, che vedeva in esso i mezzi per risolvere i suoi problemi di costi relativi relativi all'implementazione di una flotta di F-35 oltre le 1200 unità, affidandosi a velivoli meno avanzati ma con prestazioni più idonee come il Boeing F-15EX, o...

Leggi l'articolo

Di fronte a Cina e Russia, Tokyo vuole acquisire mille missili a lungo raggio

Di tutte le trasformazioni in atto della geopolitica globale, il rafforzamento senza precedenti delle capacità militari delle maggiori potenze asiatiche è senza dubbio quello che avrà la maggiore influenza a lungo termine sugli equilibri globali. Oltre alla Cina che, in pochi decenni, è arrivata a tangere la potenza militare americana al punto che quest'ultima deve ora intensificare gli sforzi per resistervi, l'ascesa al potere dei draghi asiatici, Taiwan, Singapore, Giappone e Sud La Corea, sconvolgerà profondamente l'equilibrio di potere militare e politico ben al di là del solo teatro indo-pacifico. Pertanto, Seoul intende portare i suoi sforzi a...

Leggi l'articolo

Non sorprende che il programma della portaerei sudcoreana CVX dovrebbe scomparire dal budget 2023

Nel 2019, su iniziativa del governo del presidente Moon Jae-in, la Marina sudcoreana ha annunciato l'intenzione di dotarsi, come il Giappone, della trasformazione dei cacciatorpediniere portaelicotteri classe Izumo in portaerei in grado di implementare la F. -35B con decollo e atterraggio verticale o corto, portaerei leggere, inizialmente sotto forma di due LHD da 30.000 tonnellate adattate a questa missione, poi, un anno dopo, sotto forma di una portaerei leggera da 40.000 tonnellate in grado di ospitare fino a 20 aerei da combattimento. Nel luglio 2020, le autorità sudcoreane hanno annunciato che l'ultimo ordine pianificato di F-35, per raggiungere ...

Leggi l'articolo

Cresce l'ipotesi dell'F-35 in Spagna sulle tensioni attorno al programma SCAF

In occasione dell'International Fighter Conference di Londra 2021, la fiducia di un direttore esecutivo della Lockheed-Martin alla rivista specializzata Défense Janes ha suscitato un certo scalpore all'interno del programma SCAF che riunisce Germania, Spagna e Francia per la progettazione del sostituto di entro il 2040 i velivoli da combattimento Rafale e Typhoon, nonché i suoi sistemi annessi. Secondo la rivista di riferimento, Madrid si sarebbe infatti impegnata a negoziare discretamente con il costruttore americano l'acquisizione di 50 F-35, 25 in versione B con decollo e atterraggio per sostituire l'AV-8B Harrier II che arma la portaerei Juan Carlos, e 25 in…

Leggi l'articolo

Il probabile fallimento dello SCAF è stato pianificato da Berlino per molto tempo?

Che si tratti di autorità industriali, militari o persino politiche, oggi non ci sono quasi voci in Francia o Germania che sperano che il programma Future Air Combat System, o SCAF, mantenga il suo termine. Anche il Ministero delle Forze Armate francese, voce delle ambizioni di cooperazione europea e franco-tedesca dell'Eliseo da più di 5 anni a questa parte, non è rassegnato, ma quantomeno discreto, addirittura scettico sull'argomento. Questo fallimento in divenire, che ora sembra quasi inevitabile, viene spesso presentato come la conseguenza di un'opposizione industriale tra Dassault Aviation e Airbus Defence & Space in merito al Next...

Leggi l'articolo

Dovremmo porre fine agli aerei da combattimento di "5a generazione"?

Quando Lockheed-Martin ha presentato per la prima volta il suo F-22 Raptor, è stato presentato come un velivolo di "5a generazione", per sottolineare il suo carattere dirompente sia dal punto di vista operativo che tecnologico, con i precedenti aerei da combattimento. Al di là del suo prezzo unitario di 160 milioni di dollari che, da solo, era sufficiente a giustificare un aspetto dirompente importante poiché due volte più costosi dell'F-15E o dell'F/A 18 E/F quindi gli aerei da combattimento più costosi in servizio o in preparazione dall'altra parte dell'Atlantico, il dispositivo aveva infatti capacità uniche, come lo stealth multi-aspetto molto avanzato, senza tuttavia eguagliare quelle dell'F117A...

Leggi l'articolo

La Corea del Sud ordinerà altri 20 F-35A

Nel febbraio 2022, Seoul ha ricevuto il 40° e ultimo degli F-35A che era stato ordinato dalla Lockheed-Martin nell'ambito del programma FX volto a modernizzare le sue forze aeree al fine di avere una forza globale in grado di neutralizzare la minaccia nucleare dei suoi vicino settentrionale, e che fa affidamento, tra l'altro, anche sullo sviluppo di missili balistici e da crociera in grado di effettuare attacchi preventivi contro installazioni nucleari nemiche. Ovviamente Seoul sembra soddisfatta delle capacità offerte dal velivolo americano, dal momento che il Ministero della Difesa ha ricevuto l'autorizzazione dalle autorità di regolamentazione per ordinare un nuovo...

Leggi l'articolo

La US Air Force abbandona definitivamente le idee innovative di Will Roper per il suo programma NGAD

Durante i 3 anni trascorsi come Head of Acquisitions per l'US Air Force dal febbraio 2018 al gennaio 2021, il dottor Will Roper, allora Sottosegretario dell'Air Force, ha sviluppato una dottrina industriale estremamente innovativa e in rottura con l'industriale aeronautico militare americano tradizione degli ultimi 50 anni. In base a ciò, economicamente, tecnologicamente e da un punto di vista operativo, era largamente preferibile sviluppare velivoli da combattimento in serie ridotta, specializzati in determinate missioni, e dotati di una vita breve di circa quindici anni, basati su nuove tecnologie di progettazione e modellizzazione , invece di provare a...

Leggi l'articolo

La Grecia si rivolge all'F-35A per integrare la sua potenza aerea

Se per la maggior parte dei paesi europei la minaccia maggiore arriva, ad oggi, dalla Russia, la Grecia, dal canto suo, deve affrontare un conflitto latente con la Turchia da diversi decenni, e rianimato negli ultimi anni dalle ambizioni territoriali e marittime del Presidente RT Erdogan. E se gli europei sanno di poter contare sull'appoggio di Stati Uniti e US Air Force contro Mosca, Atene dal canto suo sa che gli Stati Uniti, ma anche la maggioranza dei paesi europei, Germania in primis, e con i notevoli ad eccezione della Francia, non interverrà in caso di deterioramento di...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE