Gli Stati Uniti temono la banalizzazione del “ricatto deterrente” russo e cinese

Appena pochi giorni dopo l'inizio delle operazioni militari in Ucraina, Vladimir Putin ha ordinato, in modo molto pubblicizzato, al suo capo di stato maggiore e al suo ministro della Difesa di mettere in massima allerta le forze strategiche russe, in risposta al primo round di sanzioni da gli Stati Uniti e l'Europa contro la Russia in risposta a questa aggressione. Da allora, Mosca ha ripetutamente ripetuto le sue minacce strategiche nel tentativo di impedire all'Occidente di interferire nel conflitto in corso e di fornire un sostegno crescente agli ucraini. Se ciò non impedisse agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna e a molti paesi europei di consegnare armamenti...

Leggi l'articolo

I nuovi missili anti-nave ipersonici della Cina sono un punto di svolta nel Pacifico

La Cina avrebbe potuto rubare la cortesia alla Russia schierando un missile antinave ipersonico a bordo dei suoi nuovi cacciatorpediniere pesanti Tipo 055? In ogni caso, questa è la domanda che si pone a seguito della pubblicazione di foto che mostrano il lancio di un missile identificato come YJ-21 da una di queste navi, suggerendo che il missile potrebbe essere effettivamente in servizio, o almeno in fase di test avanzato . Come se quella notizia da sola non bastasse, sono emerse nuove foto che mostrano un bombardiere navale a lungo raggio H-6N che trasporta anche un missile balistico antinave, che...

Leggi l'articolo

La Cina costruisce repliche di portaerei e cacciatorpediniere statunitensi nel deserto

Il deserto del Taklamakan, uno spazio desertico e molto ostile di oltre 270.000 km2 al centro del territorio uiguro nella Cina nord-occidentale, è stato proposto nel 2010 per entrare nel patrimonio naturale mondiale dell'umanità. Questo spazio arido, che vede temperature di 50°C di giorno affiancate a -40°C di notte, è anche un'area di addestramento privilegiata per l'Esercito Popolare di Liberazione, che da molti anni vi sperimenta i suoi missili balistici. Recentemente, tuttavia, forme incongrue per questo ambiente sono state rilevate dai satelliti di osservazione occidentali. In effetti, gli eserciti cinesi hanno costruito repliche semplificate di diversi...

Leggi l'articolo

L'Esercito Popolare Cinese di Liberazione testa un nuovo missile balistico tattico

Quasi contemporaneamente all'intensificarsi delle tensioni tra Stati Uniti e Cina sul Mar Cinese Meridionale e Taiwan, l'Esercito popolare di liberazione ha aumentato drasticamente il numero e l'entità delle esercitazioni a cui partecipano le sue forze, con una notevole ripresa di scenari che si avvicinano a un esercito intervento contro l'isola indipendente sotto la protezione americana. Così, negli ultimi mesi, le forze aeree navali, aeree, anfibie e navali cinesi hanno svolto quasi quotidianamente esercitazioni davanti e intorno a Taiwan, esercitazioni ampiamente riportate dalla stampa e dai media a Pechino, un modo per aumentare la pressione sul autorità dell'isola,...

Leggi l'articolo

La Cina costruirà 119 nuovi silos per missili intercontinentali nucleari

In un discorso che vuole essere la base del futuro della Cina e del Partito Comunista Cinese, pronunciato in occasione delle celebrazioni del centenario del PCC, il presidente Xi Jinping ha martellato a casa la determinazione del suo Paese a garantire la protezione del proprio territorio l'integrità e i suoi interessi, chiedendo l'accelerazione del rafforzamento e della modernizzazione dell'Esercito popolare di liberazione, di fronte a un avversario che, senza mai essere nominato direttamente, è tuttavia designato all'origine di tutti i mali che hanno colpito la Cina dal 1840 alle guerre dell'oppio, cioè l'Occidente. È in questo contesto quasi marziale che due specialisti...

Leggi l'articolo

Le batterie della difesa costiera tornano al centro della scena

Tradizionalmente, fino alla metà degli anni '60, porti e arsenali militari, così come alcuni siti strategici della costa, erano spesso protetti da batterie costiere, sia contraeree che contraeree. Ma l'erosione della minaccia, soprattutto dopo il crollo dell'Unione Sovietica, così come la comparsa e la democratizzazione dei missili a bordo delle navi da combattimento, hanno portato molti paesi a fare a meno di queste difese. Tuttavia, negli ultimi anni, diversi eserciti si sono impegnati ad acquisire nuove capacità di questo tipo, in particolare acquisendo batterie costiere dotate di missili antinave. Come si spiega questo ritorno a favore delle batterie di difesa...

Leggi l'articolo

L'aeronautica navale russa acquisisce missili ipersonici Kh47m2 Kinzhal

Poco conosciuta, la Russian Naval Aeronautics ha risorse aeree più che significative. Oltre ai venti Mig-29K e ad altrettanti Su-33 in grado di essere schierati dalla portaerei Kuznetsov, la sua flotta di caccia è composta anche da una ventina di Su-30SM, altrettanti Su-27 e Su-24M d'attacco operati da terra basi per proteggere le acque russe. Soprattutto allinea 32 intercettori MIG-31 che svolgono missioni di intercettazione vicino alle basi navali del Paese. Ma questa missione sarà presto estesa, poiché secondo l'Agenzia Tass, la Marina russa si prepara a schierare due reggimenti di Mig-31K, la versione ...

Leggi l'articolo

Le portaerei sono ora troppo vulnerabili per essere utili?

Dall'annuncio da parte del Presidente della Repubblica del lancio del programma Portaerei di nuova generazione francese, molte voci si sono levate per mettere in dubbio la rilevanza di un tale investimento, in particolare di fronte alla minaccia rappresentata, ormai, dal lungo raggio missili antinave ipersonici, come il russo 3M22 Tzirkon o il cinese DF26. Secondo loro, e secondo altri, in particolare negli Stati Uniti, tali colossi dei mari sono facilmente individuabili e quindi costituiscono i primi bersagli per i nuovi missili antinave nemici. Tuttavia, un'analisi fattuale e obiettiva delle capacità offerte dalle portaerei, nonché della realtà di ...

Leggi l'articolo

I cacciatorpediniere pesanti cinesi Tipo 055 saranno presto equipaggiati con missili balistici anti-nave

Se c'è un'arma che la Cina ha oggi che rappresenta un problema per gli Stati Uniti, è la sua flotta di missili balistici antinave a medio raggio, composta da missili DF-21D con una gittata di 1.500 km., e DF-26 missili con una portata di 4.000 km. Considerate a lungo dai servizi di intelligence militari occidentali come armi di propaganda, perché presumibilmente incapaci di prendere di mira efficacemente una nave in movimento, ora vengono prese molto più sul serio dalla Marina degli Stati Uniti, che potrebbe vedere direttamente le sue unità principali, le portaerei e l'LHA (portaelicotteri d'assalto) minacciato. Pechino sembra ora determinata a sfruttare il proprio vantaggio, imbarcando questo tipo di missile su...

Leggi l'articolo

Pechino dice che gli Stati Uniti hanno oltrepassato la linea rossa a Taiwan

Le tensioni tra Washington e Pechino hanno varcato negli ultimi giorni una nuova soglia critica, secondo la stampa di stato cinese. Infatti, secondo le informazioni pubblicate dal Think Tank South China Sea Strategic Situation Probing Initiative (SCSPI), con sede a Pechino, un aereo da ricognizione EP-3E della US Navy sarebbe infatti decollato da una base aerea situata nell'isola di Taiwan, per quindi tornare in Giappone, missione compiuta. Tuttavia, il dispiegamento di mezzi militari, e in particolare di mezzi militari pesanti, nell'isola di Taiwan è considerato una linea rossa impraticabile dalle autorità cinesi, al punto da averlo reso noto,...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE