Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti imbarcherà 20 F-35B su una portaelicotteri per farne un "Lightning-Carrier"

L'arrivo dell'F-35B, la versione verticale oa decollo e atterraggio corto del Lighting II, offre prospettive completamente nuove in termini di portaerei leggere e/o senza catapulte. Molto più efficienti e versatili degli AV-8 Harrier II che sostituiscono, gli F-35B danno anche al gruppo aereo a bordo di queste navi la possibilità di svolgere missioni avanzate, siano esse di interdizione dall'aria o attacchi a terra o contro navi navali obiettivi, anche in assenza di velivoli di supporto come la guerra elettronica EA-18G Growler o la sorveglianza aerea E-2C/D Hawkeye. Infatti, una portaerei armata di 18 per...

Leggi l'articolo

La Marina degli Stati Uniti cambia gli obiettivi di pianificazione per rispondere alla minaccia cinese

La fine del mandato del presidente Trump è stata, come sappiamo, a dir poco caotica. Un'area, tra le altre, ha lasciato perplessi molti osservatori, quella della pianificazione industriale e del format della US Navy, segnata da iniziative tardive quanto sproporzionate dell'amministrazione statunitense. Così, poche settimane prima dell'insediamento del presidente eletto Joe Biden, Donald Trump ha approvato una legge che conferisce obiettivi di altissimo formato alla Marina degli Stati Uniti, con 355 navi da combattimento nel 2030 e più di 500 edifici nel 2045, anche se nessuna pianificazione realistica era stato implementato su questo argomento durante i 4 anni...

Leggi l'articolo

La Marina degli Stati Uniti dubita dell'interesse di una nuova classe di portaerei leggera

Ormai da diversi anni, la US Navy sta lottando per definire un piano strategico per modernizzare la propria flotta e mantenere il sopravvento sulla flotta cinese in piena trasformazione. Molteplici sono state le strade proposte per soddisfare le esigenze molto significative in un contesto di bilancio vincolato, compresa la sostituzione di parte delle Super Aircraft Carrier della classe Ford che andranno a sostituire le non meno imponenti Nimitz attualmente in servizio, con più leggere a propulsione convenzionale portaerei, destinate ad intervenire laddove non fosse richiesta la potenza di una Ford. Questo approccio è stato integrato anche nel piano Navy 2045 di breve durata presentato dal Segretario a ...

Leggi l'articolo

Il concetto di un vettore di droni da combattimento fa appello al personale

Nel luglio 2020, indiscrezioni sui contratti di fornitura poste in essere dal Ministero della Difesa cinese, hanno consentito di stabilire che Pechino aveva avviato la progettazione di una nuova classe di portaerei derivata dalle portaelicotteri pesanti Tipo 075 Questi nuovi edifici, designati Tipo 076 , consentirebbe di implementare elicotteri e droni ad ala rotante come il Tipo 075, nonché droni da combattimento ad ala fissa del tipo Sharp Sword, offrendo alla nave una gamma di effettori molto più ampia. Per questo, il Tipo 076, la cui costruzione effettiva è ancora oggetto di cautela, trasporterebbe una o due catapulte e trefoli elettromagnetici...

Leggi l'articolo

La US Navy studia il concetto di portaerei leggera per sostituire le super portaerei della classe Ford

Poco prima della sua cacciata da parte di Donald Trump, il segretario alla Difesa Mark Esper ha presentato il suo piano "Battle Force 2045", che proponeva di implementare entro il 2045 una forza navale di 500 unità, di cui quasi 200 autonome o con equipaggio ridotto, in ordine per essere in grado di raccogliere la sfida ora posta dalla Marina cinese. Oltre alle numerose navi autonome e all'aumento del numero di fregate e sottomarini, questo piano proponeva anche di sostituire parte delle costosissime super portaerei della classe Ford con portaerei leggere, destinate a svolgere operazioni più specifiche per le quali …

Leggi l'articolo

L'equipaggio della portaerei USS T. Roosevelt potrebbe essere sbarcato per combattere l'epidemia di Covid19

La scorsa settimana abbiamo appreso che la portaerei americana USS Theodore Roosevelt doveva raggiungere la base navale di Guam in seguito alla recrudescenza dei casi di coronavirus Covid19 a bordo. Si trattava quindi di sbarcare i trenta membri del personale contagiato e di testare gli altri 4000 membri dell'equipaggio per poter tornare a svolgere la sua missione. La Roosevelt è infatti una delle due portaerei della US Navy schierate nel Pacifico occidentale, insieme alla USS Ronald Reagan, per far fronte a possibili azioni cinesi, nordcoreane o russe. La Marina degli Stati Uniti ha poi assicurato che la portaerei è rimasta operativa...

Leggi l'articolo

Torna alle origini per il Corpo dei Marines degli Stati Uniti

È una piccola rivoluzione che si prepara al Pentagono. Infatti, il comandante del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, il generale David Berger, si è impegnato a modificare profondamente questa forza d'élite americana per consentirle di affrontare le sfide che saranno le sue nel 2030 e per poter affrontare, in via prioritaria, la Cina . Per raggiungere questo obiettivo, il Corpo dei Marines degli Stati Uniti dovrà tornare alle origini e diventare la forza d'assalto anfibia leggera e altamente mobile che era fino a due decenni fa, quando gli interventi in Afghanistan e Iraq si sono gradualmente trasformati in una tradizionale forza di fanteria meccanizzata. Per…

Leggi l'articolo

Il rinnovo delle attrezzature statunitensi è rallentato grazie ai finanziamenti per il muro di Trump

Durante la campagna presidenziale del 2016, Donald Trump ha incluso nel suo programma la costruzione di un muro di fronte al confine messicano, che dovrebbe prevenire l'immigrazione illegale nel Paese. Una volta eletto, ha firmato l'ordine esecutivo 2017 nel gennaio 13767, che ordinava al governo di iniziare la costruzione del muro, utilizzando i fondi federali esistenti. Ma con una maggioranza di rappresentanti e senatori contrari a questa iniziativa multimiliardaria di dubbia efficacia e significative implicazioni morali, i finanziamenti sono stati bloccati per 3 anni, portando anche a lunghi periodi di "chiusura" per due volte e bloccando il pagamento degli stipendi. ..

Leggi l'articolo

Il segretario alla Difesa americano svela la sua strategia per una flotta di 355 navi nel 2030

Come abbiamo già discusso più volte su Meta-Defense, la Marina degli Stati Uniti sta lottando per definire il suo piano di costruzione navale per gli anni a venire, intrappolata tra la necessità di rinnovare diverse grandi classi di navi, come le portaerei di classe Nimitz, i sottomarini d'attacco a propulsione nucleare di Los Angeles e gli incrociatori di classe Ticonderoga, i limiti di budget imposti dal Congresso (e soprattutto dal debito pubblico americano eccedente il prodotto interno lordo) e la volontà politica del presidente Trump di costruire una flotta di 2030 navi da 355 per mantenere il vantaggio sulla flotta cinese in rapida crescita. E…

Leggi l'articolo

Con gli LHA di classe americana, la Marina degli Stati Uniti ritorna alle portaerei leggere

Pochi giorni fa, la portaerei d'assalto USS America, la prima unità dell'omonima classe, è salpata dal porto militare di San Diego per dare il cambio alla USS Wasp in missione nel Pacifico occidentale. Per la prima volta, la nave imbarca a bordo 13 F-35 B del Corpo dei Marines, nonché elicotteri V-22 Osprey e AH-1 Super Cobra, consentendo alla nave di non essere più utilizzata come velivolo d'assalto da portaerei, in quanto le LHD di classe Wasp e Tarawa sono state per decenni, ma come portaerei leggere. Di serie, gli 8 LHD della classe Wasp in servizio negli Stati Uniti...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE