Con il missile antinave 3M22 Tzirkon la Marina russa vince in Europa

Lasciata incolta per quasi 20 anni dopo il crollo dell'Unione Sovietica, la ricostruzione della potenza marittima russa, così come l'industria navale militare del paese, stanno ora iniziando a mostrare i frutti degli sforzi di Mosca in questi ultimi 10 anni. Con l'entrata in servizio delle nuove fregate Project 22350 Admiral Gorshkov, delle corvette Project 20380 Steregushchyi e Project 20385 Gremyashchyi, dei sottomarini convenzionali Project 636.3 Improved Kilo e del Project 885-M Iassen-M e del progetto 955 Boreï-A a propulsione nucleare, ora ha navi che non hanno nulla da invidiare alle loro controparti occidentali, anzi. Ma un'arma, il cui...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE