La Colombia diventa un "grande alleato" degli Stati Uniti

La guerra in Ucraina ha generato una certa radicalizzazione a livello delle relazioni internazionali, in Europa ovviamente, ma anche sull'intero pianeta. In questo contesto, il Venezuela del presidente Maduro non ha mancato di giocare una carta importante, dimostrando immancabile sostegno a Mosca fin dall'inizio del conflitto, e votando sistematicamente contro i testi rivolti alla Federazione Russa alle Nazioni Unite. Per Caracas si tratta di assicurarsi le grazie del Cremlino, il cui supporto militare e in termini di esportazioni di armi sono essenziali per mantenere il regime in vigore. Se il riavvicinamento con Mosca e Pechino risale a...

Leggi l'articolo

Gli occidentali iniziano a trasferire pesanti equipaggiamenti militari in Ucraina

Che si tratti dell'intransigenza di Mosca, degli eccessi della propaganda russa, del massacro di Bucha, o di un sottile miscuglio dei tre sfumato da una diminuita paura del potenziale militare degli eserciti russi, sta di fatto che, da qualche giorno, le linee sembrano di essersi mosso in Europa, e più in generale in Occidente, per quanto riguarda il supporto militare fornito a Kiev per far fronte all'aggressione russa, e in particolare per resistere al prossimo massiccio attacco nel Donbass, come annunciato. In effetti, la Repubblica Ceca ha appena annunciato l'imminente consegna di diverse dozzine di carri armati T-72M1 e veicoli da combattimento di fanteria BMP-1 agli eserciti...

Leggi l'articolo

L'Australia acquisirà 75 carri armati pesanti M1A2 SEPv3 Abrams dagli Stati Uniti

Sebbene alcuni aspetti degli arbitrati australiani siano discutibili, non c'è dubbio che il paese abbia impegnato risorse significative per modernizzare il suo strumento di difesa. Mentre la competizione LAND400 tra la Lynx di Rheinmetall e l'AS21 Redback della Corea del Sud Hanwha nel campo dei veicoli da combattimento di fanteria continua, e le autorità australiane hanno annunciato a dicembre l'acquisizione di 30 cannoni semoventi AS9 Huntsman, designazione australiana del K9 sudcoreano, e 15 Portamunizioni corazzate AS10 per un importo di 730 milioni di dollari, questa volta tocca alla modernizzazione della componente corazzata pesante, con l'annuncio di un ordine per 75 carri armati pesanti...

Leggi l'articolo

Abrams, Challenger 3, Armata...: quanto valgono i carri armati moderni? 2/3

Dopo che la loro prevista scomparsa è stata quasi annunciata con la comparsa di nuovi sistemi d'arma, il carro armato sta tornando a diventare un indicatore chiave della potenza militare di una forza armata, e questo in tutti i teatri. Questo articolo è il secondo di una serie di 3 destinati a presentare i principali modelli di carri armati moderni che equipaggiano o equipaggeranno le forze armate nel mondo. Un primo articolo presentava il tedesco Leopard 2, il cinese Type 99A, l'israeliano Merkava Mk IV e il francese Leclerc. Questo include l'americano M1A2C Abrams, il britannico Challenger 3 e il russo T-90M e T-14 Armata. Un ultimo articolo presenterà...

Leggi l'articolo

Confermando l'acquisizione dei carri armati Abrams, la Polonia assume una posizione forte in Europa

Appena pochi giorni dopo che la stampa polacca aveva mandato in onda le discussioni tra Varsavia e Washington su una possibile acquisizione di carri armati Abrams M1A2 SEPv3 (o M1A2C), il Ministero della Difesa polacco ha confermato questa mattina di aver firmato un memorandum d'intesa per sostituire i 232 T- 72 attualmente in servizio all'interno di 4 battaglioni corazzati dal carro pesante americano, con le prime consegne che dovrebbero avvenire già nel 2022. L'esatto importo del contratto, così come i suoi termini, non sono stati per il Tempo comunicati, ma sarebbe sembra che gran parte dei blindati così acquisiti verrebbe assemblata in Polonia, e che un centro dedicato...

Leggi l'articolo

La Polonia starebbe per acquisire 250 carri armati americani M1A2 Abrams

La sostituzione dei carri armati T-72 e dei PT-91 in servizio con le forze armate polacche è una delle priorità più importanti di Varsavia nel suo sforzo di modernizzazione dei suoi eserciti, ma quest'ultima si è scontrata, negli ultimi anni, con una situazione più che lenta offerta in Occidente in quest'area, in particolare in Europa. Dopo aver acquisito 128 Leopard 2 A4 nel 2002, poi 119 Leopard 2 A4 e A5 nel 2013 dalle scorte dell'esercito tedesco, le autorità polacche non hanno risparmiato sforzi nel trovare un secondo modello più economico per sostituire i suoi veicoli corazzati ereditati dall'era sovietica e che oggi…

Leggi l'articolo

L'isola di Taiwan dovrà trasformarsi in una fortezza?

Durante la seconda guerra mondiale, l'isola di Malta, sotto mandato britannico, fu trasformata in una fortezza difensiva che permise alla Gran Bretagna di ostacolare le ambizioni dell'asse in Nord Africa, giocando un ruolo preponderante nel crollo finale dell'Italia fascista e della Germania nazista , a corto di materie prime, in particolare di carburante. L'isola era così rafforzata che l'operazione di invasione di Herkules, prevista per novembre 1942, e che doveva mobilitare più di 60.000 uomini, 1600 veicoli e quasi 600 aerei da combattimento, fu annullata di fronte a circa 26.000 difensori dell'isola, a una dozzina carri armati e da 60 a 80 Spitfire e...

Leggi l'articolo

La Russia prepara la sostituzione dell'Armata T-14 per il 2040

Dopo i fallimenti dei carri armati russi T80 entrati a Grozny nel 1994 durante la prima guerra cecena, e quello degli americani Abrams impegnati contro la guerriglia irachena, molti esperti hanno previsto l'imminente fine del concetto di Combat Tank, un carro armato pesantemente corazzato e protetto destinato per spezzare le linee nemiche tanto per la sua potenza di fuoco quanto per il suo impatto psicologico. Secondo loro, i progressi compiuti dalle armi anticarro e dai vettori che le utilizzano condannano l'efficacia di questi sistemi d'arma, a favore di veicoli corazzati e mezzi aereo-terrestri molto più mobili. Ovviamente, lo stato maggiore russo non condivide...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE