Il Su-75 Checkmate torna negli Emirati Arabi Uniti per cercare di rimuovere definitivamente l'F-35

Gli Emirati Arabi Uniti sono stati individuati da Rostec come una prospettiva strategica, fin dall'inizio della comunicazione intorno a questo programma. Mosca e Abu Dhabi sono infatti in discussione da diversi anni su un programma congiunto di caccia leggeri, mentre lo stato arabo ha già acquistato diversi importanti pezzi di equipaggiamento da produttori russi, tra cui il sistema antiaereo Pantsir S-1. . Con l'annuncio dell'intenzione degli Emirati di acquisire 50 F-35A dagli Stati Uniti, le possibilità per il conglomerato industriale della difesa russa di imporsi nel Paese sono drasticamente diminuite. Con Joe Biden che ha sospeso questo programma dopo il suo...

Leggi l'articolo

La Russia sfida l'F-35 negli Emirati Arabi Uniti con il Su-75 Checkmate

Dalla sua presentazione ufficiale quest'estate al salone ARMY-2021 di Mosca, il nuovo caccia monomotore russo di 5a generazione Su-75 Checkmate è diventato ovviamente il cavallo di battaglia di Sukhoi ma anche di Rostec per imporsi durante le prossime competizioni internazionali in campo di aerei da combattimento. Questa settimana, in occasione del Dubai Airshow, il nuovo velivolo, che esiste ancora solo sotto forma di prototipo statico, ha mosso i primi passi sulla scena internazionale, e si posiziona chiaramente come alternativa all'F-35A americano, ma anche agli europei Rafale, Typhoon e Gripen, nel discorso dei funzionari russi,...

Leggi l'articolo

Il ministero della Difesa russo potrebbe acquisire Checkmate sulla prossima legge sulla programmazione

Finora, la comunicazione delle autorità russe sul nuovo programma di caccia monomotore Checkmate di 5a generazione si era concentrata solo sugli aspetti industriali e di esportazione. L'acquisizione del dispositivo da parte delle forze armate russe è sempre stato un argomento da loro accuratamente evitato, tanto più che il Paese è già pienamente impegnato in una legge di programmazione militare, o GPV, progetto già molto ambizioso che si estende fino al 2027, e punta sull'acquisizione , in quest'area, dei caccia Su-57, Su-35 e Su-34 e del drone pesante S70 Okhotnik-B per modernizzare l'aviazione russa. Aggiungi a queste condizioni l'acquisizione di un nuovo dispositivo non pianificato...

Leggi l'articolo

Lo stato russo prenderà il controllo del programma Checkmate?

Poche settimane fa, poco dopo la presentazione del nuovo caccia leggero di Sukhoi designato Checkmate, Yuri Slyusar, direttore della United Aircraft Corporation e Sergei Chemezov, presidente di Rostec, avevano entrambi fornito i dettagli del programma, della sua genesi e delle sue ambizioni. Abbiamo così appreso che il cacciatore era stato sviluppato in equity da Rostec, e che era già apparso un primo cliente export, mentre l'assemblaggio del primo prototipo avrebbe già integrato le richieste di questo. Nulla, invece, è stato indicato su un possibile coinvolgimento dello stesso Stato russo nel programma, anche se Sergei...

Leggi l'articolo

La Russia svela la versione per l'esportazione del suo nuovo missile anticarro a lungo raggio Hermes

Al di là delle munizioni vaganti e dei droni, se c'è un sistema d'arma che ha dimostrato la sua efficacia durante il conflitto tra le forze azere e armene nel Nagorno-Karabakh nell'autunno del 2020, è il missile anticarro SPIKE NLOS a lungo raggio israeliano, che ha distrutto un numero significativo di armature e roccaforti armene senza che gli obiettivi siano mai consapevoli di essere presi di mira. Allo stesso modo dei missili anticarro AT-2 di prima generazione che hanno devastato i ranghi dei veicoli corazzati israeliani durante la guerra dello Yom Kippur, portando all'ingresso massiccio di questo nuovo tipo di armamento...

Leggi l'articolo

Cosa sappiamo del nuovo caccia leggero russo?

L'annuncio della presentazione di un nuovo modello di caccia leggero sviluppato dalla russa Rostec alla fiera MAKS 2021 di Mosca aveva già avuto l'effetto di una piccola bomba nel piccolo mondo dell'aeronautica militare mondiale. Ma le foto che mostrano un dispositivo che è visibilmente ben avanzato nello sviluppo anche se è coperto da teloni, e la lobby che mostra con orgoglio la parola "CheckMate" in inglese, Chess and Mat in francese, mostrano chiaramente che l'industria aeronautica russa intende segna gli spiriti con questo dispositivo durante questo spettacolo. Questa è quindi l'occasione per riassumere ciò che già sappiamo di...

Leggi l'articolo

La Russia presenterà il nuovo caccia leggero al MAKS 2021

La fiera delle armi russe MAKS 2021, che si terrà dal 20 al 25 luglio vicino a Mosca, vedrà con ogni probabilità la comparsa di un nuovo ordigno da combattimento russo che, secondo l'agenzia TASS, sarà il concorrente designato dell'F35A americano . Il gruppo industriale Rostec, che riunisce tra gli altri gli studi di progettazione Mig e Sukhoi, intende in questa occasione fare colpo, in particolare sulla scena internazionale, pubblicando anche un video tease particolarmente riuscito, seppur enigmatico, con diversi potenziali clienti della compagnia: India, Vietnam, Emirati Arabi Uniti e persino Argentina, quattro paesi con cui Mosca aveva...

Leggi l'articolo

Maggiori informazioni sul programma russo di caccia leggera di nuova generazione

Gli sforzi della Russia per sviluppare un nuovo caccia leggero che può essere pilotato o utilizzato come droni sembrano dare i suoi frutti, e sia l'agenzia ufficiale TASS che il sito Rianovosti.ru hanno ottenuto ulteriori informazioni per avere un'idea delle prestazioni, ma anche il posizionamento del nuovo velivolo, il cui sviluppo è stato annunciato pubblicamente dal CEO del gruppo Rostec, Sergei Chemezov, a dicembre 2020. Apprendiamo così che il nuovo caccia avrà un peso massimo al decollo di 18 tonnellate, classificandolo nella categoria del Mirage 2000 o del JF-17, che sarà alimentato dal reattore Izdeliye 30…

Leggi l'articolo

Il russo Rostec svilupperebbe un caccia leggero monomotore di quinta generazione

L'industria della Difesa russa ha registrato negli ultimi anni molti successi nel panorama nazionale ma soprattutto internazionale, con una media di 13,5 miliardi di dollari esportati ogni anno negli ultimi 5 anni. Ciò le ha permesso di modernizzare molte delle sue infrastrutture, ma anche di avviare lavori di sviluppo al di fuori di un ordine nazionale, anche se lo stato russo rimane l'azionista di maggioranza e talvolta unico della maggior parte di queste società. Sono stati così avviati diversi programmi specifici, in particolare nel campo dei droni e della robotica. Ma le dichiarazioni del presidente del colosso tecnologico russo Rostec questo lunedì durante una conferenza stampa mostrano...

Leggi l'articolo

Su-57, T14 Armata: le armi high-tech russe arrivano nelle forze armate nel 2021

Dal crollo dell'Unione Sovietica, la stragrande maggioranza dei sistemi d'arma consegnati agli eserciti russi, nonché ai loro clienti esportatori, si è basata su apparecchiature progettate prima del 1990. È il caso dei veicoli corazzati da campo con il Carro armato T90, con velivoli derivati ​​dal Su-27 come il Su-34 e il Su-35, nel campo degli elicotteri con il Mi28 e il Ka52, e in campo navale, con i sottomarini 636 Improved Kilo. Mosca non ha però rinunciato alle sue ambizioni di rimanere un attore di primo piano, sia in campo geostrategico e militare, sia in quello delle esportazioni di armi. Il 2021 potrebbe essere un anno cruciale...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE