In che modo la guerra in Ucraina trasformerà la pianificazione strategica in Europa?

Solo 3 settimane fa, pochissimi in Occidente credevano che la Russia avrebbe davvero intrapreso una guerra globale di aggressione contro l'Ucraina. Per molti, il dispiegamento delle forze russe intorno all'Ucraina aveva lo scopo di far piegare il presidente Zelensky sulla sua appartenenza alla NATO e sullo status delle repubbliche separatiste del Donbass. Per i più informati, come lo Stato maggiore degli eserciti francesi, e come abbiamo discusso in un articolo del 23 febbraio, i rischi militari e politici associati a tale offensiva non superavano i potenziali benefici, sicché tale decisione appariva irrazionale e quindi poco...

Leggi l'articolo

Le 5 armi occidentali Le forze ucraine hanno bisogno di più oggi

Da 12 giorni a questa parte, le Forze armate e la Difesa territoriale ucraine sono riuscite a resistere all'offensiva russa, nonostante un evidente inasprimento delle regole di ingaggio dell'avversario, quando è ovvio che non avrà alcuna possibilità di una rapida vittoria o di conquista il sostegno o addirittura la neutralità della stragrande maggioranza della popolazione ucraina. Iniziate prima del conflitto dagli Stati Uniti e da alcuni paesi europei, le consegne di armi alle forze ucraine svolgono ora un ruolo decisivo nella loro capacità di mantenere la pressione sulle unità che prendono parte all'offensiva russa, colpendo efficacemente i convogli di rifornimenti e bloccando alcune offensive, in…

Leggi l'articolo

La Francia allineerà il suo sforzo di difesa con la Germania?

Tra i profondi sconvolgimenti geopolitici causati dall'offensiva russa in Ucraina, l'annuncio fatto domenica 27 febbraio dal cancelliere tedesco Olaf Scholz al Bundestag sul massiccio aumento dello sforzo di difesa tedesco, è senza dubbio quello che avrà più conseguenze in Europa a medio e lungo termine. Rompendo con 30 anni di sottoinvestimenti cronici da parte della Bundeswehr, che hanno portato il capo di stato maggiore tedesco ad avvertire pubblicamente Berlino del deterioramento delle capacità operative dei suoi eserciti dal primo giorno del conflitto in Ucraina, Berlino ha annunciato un piano volto a modernizzare l'esercito tedesco eserciti a breve termine con...

Leggi l'articolo

In che modo la guerra russo-ucraina ha ridisegnato la mappa geopolitica globale in pochi giorni?

Al di là dell'eroica resistenza degli ucraini e del loro presidente contro le forze russe, e dell'evidente cambio di strategia nel piano di attacco del Cremlino che torna a una strategia più convenzionale ma anche molto più violenta nei confronti delle popolazioni civili, la decisione di Vladimir Putin di lanciare questa offensiva contro l'Ucraina ha provocato, su scala internazionale, un'ondata geopolitica di portata senza precedenti dalla caduta del muro di Berlino. Perché se i soldati russi hanno seriamente sottovalutato la capacità di resistenza dei soldati ma anche dei civili ucraini, il Cremlino, dal canto suo, ha profondamente sottovalutato l'unità e la risposta che sarà dimostrata...

Leggi l'articolo

Prime lezioni della guerra russo-ucraina

A 5 giorni dall'inizio dell'offensiva russa contro l'Ucraina, è ora possibile comprendere meglio le strategie messe in atto dai vari protagonisti, e apprendere le prime lezioni riguardanti le capacità operative dei belligeranti, e così capire e anticipare meglio i possibili sviluppi in questo conflitto e tensioni in Europa. Il piano di invasione russo e la strategia difensiva ucraina Chiaramente, la strategia adottata dalle forze russe dall'inizio del conflitto risponde a un piano di invasione meticolosamente elaborato e di lunga data. Gli eserciti russi sono andati molto vicini a ottenere una totale sorpresa operativa non guidando ...

Leggi l'articolo

La tedesca Rheinmetall presenta il Lynx 120, un nuovo carro medio ad alte prestazioni

Nell'agosto 2021 abbiamo pubblicato su Meta-Défense un'analisi che evidenzia l'importanza, per gli eserciti e l'industria della difesa francese, dello sviluppo di una piattaforma corazzata cingolata media e di un carro armato medio da combattimento ad alte prestazioni, consentendo, tra l'altro, di compensare un grave deficit di capacità nell'esercito in termini di combattimento ad alta intensità da qui all'arrivo di veicoli corazzati pesanti dal programma MGCS franco-tedesco alla fine del prossimo decennio. In effetti, con solo 200 carri armati Leclerc economicamente modernizzati e 650 veicoli da combattimento di fanteria VBCI ora più adatti per la bassa e media intensità, che per ...

Leggi l'articolo

Le fregate TKMS Meko-300 e Babcock Arrowhead 140 in finale in Polonia

La marina polacca è stata tradizionalmente il parente povero dello sforzo di difesa di Varsavia. Ad oggi, ha solo 13.000 soldati e un numero limitato di navi, comprese solo 2 fregate di classe OH Perry acquisite di seconda mano dalla Marina degli Stati Uniti all'inizio degli anni 2000 e un solo sottomarino.La classe Kilo fuori servizio ereditata dai sovietici volte. Tuttavia, il Paese ha quasi 650 km di costa sul Mar Baltico, una posizione strategica per controllare l'accesso a questo mare semiaperto che ospita molte infrastrutture critiche per il Paese e per l'Europa. Il paese ha…

Leggi l'articolo

La cooperazione franco-tedesca attorno a FCAS preoccupa i paesi del Medio Oriente?

I paesi del Golfo Persico, ei loro alleati in Medio Oriente, sono clienti fedeli dell'industria della difesa francese da diversi decenni, e in particolare degli aerei da combattimento della Dassault Aviation. Così, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e il suo alleato, l'Egitto, hanno ordinato tra loro 170 aeromobili Rafale, ovvero quasi il 60% delle esportazioni registrate fino ad oggi per questo aereo, dopo aver ordinato 100 Mirage 2000, ovvero il 35% delle esportazioni per questo modello. Più a monte, l'Iraq era stato il più grande cliente di Dassault per il suo Mirage F1 dopo l'Air Force, e l'Egitto il...

Leggi l'articolo

La difesa contro i missili ipersonici è strutturata in Occidente

Dall'entrata in servizio del missile ipersonico Kh47M2 Kinzhal nel 2018, e ancor di più con l'imminente arrivo del missile ipersonico antinave 3M22 Tzirkon, entrambi di origine russa, il timore di vedere queste munizioni neutralizzare permanentemente la potenza navale occidentale ha stato ampiamente diffuso dai media. È vero che a causa della loro velocità, della loro bassa traiettoria e, per alcuni, della loro capacità di manovrare in fase discendente, queste armi minano lo scudo antimissilistico occidentale, basato sui missili a impattore cinetico THAAD e SM-3. Inoltre, i missili antiaerei attualmente in servizio, come l'SM-2, l'Aster 30 o il Sea Ceptor, hanno...

Leggi l'articolo

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz discuterà dell'F-35 a Washington la prossima settimana

Nonostante non sia stato ancora dato alcun annuncio ufficiale sull'argomento dal nuovo management team di Berlino, sembra, viste le numerose indiscrezioni convergenti ottenute da varie fonti di stampa del Paese, che la Germania si stia dirigendo ogni giorno di più verso l'acquisizione di una piccola flotta di F-35A americani per sostituire il suo obsoleto Tornado per svolgere la missione di condivisione nucleare della NATO. E secondo un dispaccio dell'agenzia Reuters, l'argomento sarà addirittura discusso entro la prossima settimana da Olaf Scholz con il suo omologo americano durante la visita del Cancelliere...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE