Il probabile fallimento dello SCAF è stato pianificato da Berlino per molto tempo?

Che si tratti di autorità industriali, militari o persino politiche, oggi non ci sono quasi voci in Francia o Germania che sperano che il programma Future Air Combat System, o SCAF, mantenga il suo termine. Anche il Ministero delle Forze Armate francese, voce delle ambizioni di cooperazione europea e franco-tedesca dell'Eliseo da più di 5 anni a questa parte, non è rassegnato, ma quantomeno discreto, addirittura scettico sull'argomento. Questo fallimento in divenire, che ora sembra quasi inevitabile, viene spesso presentato come la conseguenza di un'opposizione industriale tra Dassault Aviation e Airbus Defence & Space in merito al Next...

Leggi l'articolo

La tecnologia Digital Twins può salvare i programmi SCAF e MGCS?

Dall'inizio del 2022, il programma SCAF per Future Air Combat System, che riunisce Germania, Spagna e Francia, nell'ottica di progettare il sostituto del Rafale francese e del Typhoon europeo, è stato giudicato, in un contesto di profondo disaccordo sulla condivisione industriale attorno al primo pilastro del programma volto a progettare l'NGF, Next Generation Fighter, il velivolo da combattimento al centro di questo programma. I due maggiori produttori del programma, la francese Dassault Aviation e la tedesca Airbus Defence & Space, infatti, non riescono a trovare un compromesso sulla gestione di questo pilastro, inizialmente attribuito a...

Leggi l'articolo

La Germania può diventare la prima forza armata convenzionale in Europa?

L'inizio dell'offensiva russa in Ucraina provocò una profonda scossa elettrica nella società tedesca, come ovunque in Europa: all'improvviso, il rischio di una guerra divenne molto più pressante nel vecchio continente e l'opinione pubblica si rivolse con entusiasmo ad alcuni temi, in particolare alla capacità delle loro forze armate di proteggerli da quella che allora veniva spesso presentata come una potenziale ondata di potenza di fuoco e carri armati russi. Il giorno dopo l'inizio di questa offensiva, il capo di stato maggiore tedesco, tenente generale Alfons Mais, ha pubblicato un post sul social network LinkedIn che ha scosso ulteriormente...

Leggi l'articolo

Super-Rafale, Mirage NG: la Francia deve studiare un'alternativa a medio termine allo SCAF

Dire che il programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF, che riunisce Francia, Germania e Spagna, è oggi in discesa sarebbe un eufemismo. Dopo diversi episodi di tensione sulla condivisione industriale tra Parigi, Berlino e Madrid, il programma è ora sospeso di fronte all'impossibile accordo che Germania e Airbus Defence & Space stanno cercando di far accettare a Parigi e Dassault Aviation, e che obbligherebbe il gruppo aeronautico francese di condividere il pilotaggio del primo pilastro relativo alla progettazione del Next Generation Fighter, o NGF, con la sua controparte tedesca. Da diverse settimane ormai la situazione è totalmente congelata, Eric Trappier,...

Leggi l'articolo

Il tedesco Diehl presenta una versione stealth del suo missile aria-aria a corto e medio raggio IRIS-T

Il gruppo tedesco Diehl Défense ha presentato, alla fiera Eurosatory 2022, una nuova versione del suo missile aria-aria a corto e medio raggio IRIS-T. Designato Iris-T FCAAM per Futur Combat Air to Air Missile, il nuovo missile è progettato per il futuro SCAF, portando diverse importanti innovazioni, tra cui una forma stealth. Sviluppato come alternativa ai missili britannici ASRAAM e americani AIM-9 Sidewinder, il missile aria-aria IRIS-T è stato progettato dal gruppo tedesco Diehl Defense in collaborazione con Canada, Grecia, Italia, Norvegia e Svezia a partire dal 1995. Il missile è entrato in servizio nel 2005 e...

Leggi l'articolo

KF51 vs EMBT: duello fioretto maculato tra Rheinmetall e KNDS attorno al programma MGCS

Come il programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF, il programma Main Ground Combat System, o MGCS, volto a progettare la sostituzione dei carri armati tedeschi Leopard 2 e francesi Leclerc, sta incontrando molte difficoltà. Oltre alle profonde differenze dottrinali che si oppongono nelle specificazioni tra Esercito e Bundeswehr, la condivisione industriale tra i principali attori, il tedesco Rheinmetall da un lato, e i gruppi Nexter e Krauss Maffei Wegman riuniti nel gruppo KNDS sul altro, è anch'esso oggetto di intensa tensione. In effetti, il gruppo di Monaco, che è anche molto politicamente presentato al Bundestag, il parlamento tedesco, non è di...

Leggi l'articolo

Possiamo salvare il programma di caccia di nuova generazione SCAF europeo?

Annunciato nel 2017 da Emmanuel Macron e Angela Merkel, il programma SCAF per Future Air Combat System mira a sviluppare, entro il 2040, un velivolo da combattimento di nuova generazione (il 6° all'ultimo conteggio), il Next Generation Fighter, oltre a un set di sistemi progettati per fornire al velivolo capacità operative senza rivali. Fin dal suo lancio, il programma si è trovato in più occasioni di fronte a grosse difficoltà, sia legate all'arbitrato politico ed in particolare alle prescrizioni del Bundestag tedesco, sia alla difficile condivisione industriale tra i 3 paesi partecipanti (Germania, Francia e Spagna) e le differenze concettuali e dottrinali tra le forze armate...

Leggi l'articolo

SCAF: brucia asciugamano tra Dassault Aviation e Airbus DS

Il minimo che possiamo dire è che l'ottimismo non era di rigore riguardo al programma di velivoli da combattimento di nuova generazione SCAF al Paris Air Forum. Ovviamente i due principali attori del programma, la francese Dassault Aviation e la tedesca Airbus Defence & Space, non sono riusciti a mettersi d'accordo sulla distribuzione dei ruoli attorno al pilastro Next Generation Fighter, il più imponente del programma che deve progettare il combattimento aereo nel cuore del Future Air Combat System, o FCAS. E per Eric Trappier, presidente di Dassault Aviation, ora è necessario che la decisione venga presa a livello...

Leggi l'articolo

Anche la Deutsche Marine potrebbe beneficiare dell'aumento dello sforzo di difesa tedesco

Informazioni importanti: un problema tecnico ha impedito agli abbonati di rinnovare l'abbonamento con lo stesso indirizzo e-mail. Il problema ora è risolto. Dall'annuncio dell'attuazione di uno sforzo eccezionale da parte di Berlino per modernizzare le sue forze armate, che ha portato a un budget di investimento di 100 miliardi di euro presentato dal cancelliere Olaf Scholz pochi giorni dopo l'inizio dell'offensiva russa in Ucraina, molti programmi sono stati lanciati in tutta il Reno per la Luftwaffe (velivoli F-35 e Typhoon ECR, elicotteri CH-47F, SCAF, Eurodrone) e per la Bundeswehr (VCI Marder, munizioni, difesa antiaerea -aria e antimissilistica..). D'altra parte, la Deutsche Marine...

Leggi l'articolo

La Repubblica Ceca negozia l'acquisizione di 50 carri pesanti Leopard 2A7+

Dall'inizio del conflitto in Ucraina, la Repubblica Ceca è stata uno dei paesi più coinvolti nel fornire supporto militare ai combattenti ucraini. Nonostante una forza armata ridotta di soli 25.000 soldati e riservisti e un budget per la difesa limitato a 4 miliardi di euro all'anno, Praga non ha esitato a trasferire parte del suo stock di carri armati T-72M1 alle riserve di Kiev, ma anche artiglieria, anti- sistemi di difesa aerea e munizioni e intende continuare questo sforzo fino alla fine del conflitto. Il Paese ha ottenuto, in questa prospettiva, il sostegno di Berlino, che ha annunciato il trasferimento di...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE