Nuova dimostrazione di forza cinese intorno a Taiwan dopo la visita di un senatore Usa

Mentre l'attenzione dei media è concentrata sulla guerra in Ucraina, le tensioni tra Pechino e Washington sull'isola di Taiwan continuano a crescere, con forti dimostrazioni di forza degli eserciti cinese e americano vicino all'isola indipendente. Così, questo fine settimana, i gruppi navali delle portaerei USS Ronald Reagan e USS Abraham Lincoln hanno partecipato a un'importante esercitazione congiunta tra l'isola giapponese di Okinawa e Taiwan, dopo che il gruppo navale cinese della portaerei Liaoning era rientrato da un'esercitazione nel Pacifico occidentale passando attraverso lo stretto di Miyako pochi giorni prima. Oggi erano 30 aerei di...

Leggi l'articolo

Le simulazioni mostrano che gli sciami di droni sarebbero una soluzione per difendere Taiwan

Se il sostegno all'Ucraina è al centro delle preoccupazioni strategiche dell'esecutivo americano, è proprio la difesa di Taiwan che, da diversi anni, regala incubi a strateghi e pianificatori delle forze armate americane. Infatti, la maggior parte delle simulazioni e dei wargames effettuati negli ultimi anni mostrano che proteggere l'isola indipendente dal 1949 da un massiccio assalto lanciato dall'Esercito popolare di liberazione nel giro di pochi anni sarà un compito che è insieme uno dei più difficili e più pericoloso per le forze americane. Tra le ipotesi di massicci attacchi preventivi contro l'isola e contro le basi militari americane presenti in questo teatro (Giappone, Guam, ecc.), le capacità...

Leggi l'articolo

Identificato in Cina un nuovo modello di sottomarino da attacco nucleare

Mentre tutta l'attenzione dei media è ora concentrata sugli sviluppi del conflitto in Ucraina, gli altri teatri operativi e il potenziale confronto continuano ad evolversi. È il caso in particolare dell'Asia e del teatro indo-pacifico, con successivi annunci sullo sviluppo di nuove capacità a Taiwan, Giappone, Corea del Sud e soprattutto nella Repubblica popolare cinese. Tra queste rivelazioni, merita un'attenzione del tutto particolare la diffusione di una foto satellitare che mostra un nuovo modello di sottomarino d'attacco nucleare cinese, in quanto la dimensione sottomarina costituirà, negli anni a venire, un'importante area di confronto tra Pechino e l'Occidente Campi. Finché lui...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti temono la banalizzazione del “ricatto deterrente” russo e cinese

Appena pochi giorni dopo l'inizio delle operazioni militari in Ucraina, Vladimir Putin ha ordinato, in modo molto pubblicizzato, al suo capo di stato maggiore e al suo ministro della Difesa di mettere in massima allerta le forze strategiche russe, in risposta al primo round di sanzioni da gli Stati Uniti e l'Europa contro la Russia in risposta a questa aggressione. Da allora, Mosca ha ripetutamente ripetuto le sue minacce strategiche nel tentativo di impedire all'Occidente di interferire nel conflitto in corso e di fornire un sostegno crescente agli ucraini. Se ciò non impedisse agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna e a molti paesi europei di consegnare armamenti...

Leggi l'articolo

I nuovi missili anti-nave ipersonici della Cina sono un punto di svolta nel Pacifico

La Cina avrebbe potuto rubare la cortesia alla Russia schierando un missile antinave ipersonico a bordo dei suoi nuovi cacciatorpediniere pesanti Tipo 055? In ogni caso, questa è la domanda che si pone a seguito della pubblicazione di foto che mostrano il lancio di un missile identificato come YJ-21 da una di queste navi, suggerendo che il missile potrebbe essere effettivamente in servizio, o almeno in fase di test avanzato . Come se quella notizia da sola non bastasse, sono emerse nuove foto che mostrano un bombardiere navale a lungo raggio H-6N che trasporta anche un missile balistico antinave, che...

Leggi l'articolo

La Cina ha consegnato alla Serbia i missili antiaerei a lungo raggio HQ-22

La Cina è solo un attore recente nel campo dell'esportazione di sistemi antiaerei, ma si sta affermando su sempre più mercati, anche in Europa. È così che il cinese HQ-9, un sistema paragonabile al russo S-300, è stato inizialmente selezionato da Ankara nel 2015, offrendo, secondo le autorità turche, un rapporto prestazioni-prezzo molto più alto di quello dei sistemi russi e occidentali. Se, sotto la pressione dei suoi alleati della NATO, la Turchia ha finalmente annullato questo ordine, per rivolgersi finalmente all'S-400 russo, che ha avuto conseguenze ben peggiori per Ankara, Pechino ha registrato negli ultimi anni altri...

Leggi l'articolo

In che modo la guerra russo-ucraina ha ridisegnato la mappa geopolitica globale in pochi giorni?

Al di là dell'eroica resistenza degli ucraini e del loro presidente contro le forze russe, e dell'evidente cambio di strategia nel piano di attacco del Cremlino che torna a una strategia più convenzionale ma anche molto più violenta nei confronti delle popolazioni civili, la decisione di Vladimir Putin di lanciare questa offensiva contro l'Ucraina ha provocato, su scala internazionale, un'ondata geopolitica di portata senza precedenti dalla caduta del muro di Berlino. Perché se i soldati russi hanno seriamente sottovalutato la capacità di resistenza dei soldati ma anche dei civili ucraini, il Cremlino, dal canto suo, ha profondamente sottovalutato l'unità e la risposta che sarà dimostrata...

Leggi l'articolo

Di fronte agli europei, l'esercito russo nel 2030 sarà molto più potente di oggi

L'attuale crisi russo-ucraina, qualunque sia la sua conclusione, avrà consentito a Mosca di dare una straordinaria dimostrazione di forza in Europa, al punto che nessun Paese europeo, nemmeno quello più vicino a Kiev, intende impegnarsi militarmente a fianco degli eserciti ucraini in caso di conflitto. Ed è chiaro che questi eserciti russi sono riusciti a mobilitare, muovere e radunare un centinaio di battaglioni tattici ad armi combinate, l'equivalente russo dei gruppi tattici inter-armati francesi, ovvero il 65% della sua forza operativa terrestre, e questo tra i Novembre e inizio febbraio. Per fare un confronto, l'Armata di...

Leggi l'articolo

La Cina offre i sottomarini Thailand 2 Type 039 Song come soluzione standby

Nel 2016, a seguito di una competizione internazionale, le autorità thailandesi hanno scelto il sottomarino cinese S-26T, derivato dal tipo 039A di classe Yuan, per costituire la forza sottomarina del Paese, di cui la potente Royal Thai Navy è finora carente. Oltre a prestazioni soddisfacenti e propulsione anaerobica affidabile, l'offerta cinese si basava su un notevole vantaggio, un prezzo unitario di soli 460 milioni di dollari, la metà di quello dei suoi concorrenti con le offerte più alte. Tuttavia, nella sua proposta, Pechino aveva incluso apparecchiature europee, in particolare turbine tedesche costruite da MTU, senza aver preso la precauzione di chiedere preventivamente l'autorizzazione al produttore di motori tedesco....

Leggi l'articolo

Fa la sua comparsa un nuovo modello di sottomarino cinese

Come la Russia, la Cina sta sviluppando una flotta mista di sottomarini, composta contemporaneamente da sommergibili a propulsione nucleare e navi a propulsione convenzionale. Oggi, questa flotta convenzionale è composta principalmente da sottomarini Tipo 039, che formano le classi Song (Tipo 039, 13 unità) e la classe Yuan, questa volta integrando propulsione anaerobica AIP, e suddivisa in 3 sottoclassi Tipo 039A/B/C. Secondo la pianificazione ufficiale di Pechino, le forze navali cinesi disporranno di sottomarini di classe 42 Yuan entro il 2025, per una flotta sottomarina convenzionale di circa XNUMX unità. Tuttavia, monitorare la costituzione di questa flotta sottomarina cinese è...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE