Il Brasile ordinerà ulteriori JAS-39E Gripen NG da Saab

Questi ultimi anni sono stati particolarmente difficili per il produttore svedese Saab e il suo nuovo caccia JAS-39 E/F Gripen NG. Dopo essere stato escluso dalla competizione in Svizzera, il gruppo svedese ha fondato importanti e legittime speranze di imporsi per la sostituzione degli F/A-18 finlandesi, ed è arrivato in finale nella competizione canadese. Sfortunatamente, questi tre paesi si sono rivolti all'F-35A americano. Dans le même temps, les forces aériennes européennes émergentes des pays de l'Est qui formèrent la clientèle initiale du Gripen dans les années 90 et 2000, se sont massivement tournées vers le F-16 Block 70 Viper américain, alors que même la Thaïlande, Lei…

Leggi l'articolo

Il Brasile sta valutando un nuovo ordine per 30 Gripen E/F

Il 2021 sarà stato un anno di grande delusione per il produttore svedese Saab. Come nei 5 anni precedenti, questo non riuscì a imporre il suo caccia Gripen, che fosse il classico JAS-39 C/D versione croata, che preferiva 12 Rafale di seconda mano acquisiti dalla Francia, rispetto al suo Gripen NG o JAS-39 E/F con il suo vicino finlandese, che ha preferito l'F-35A nonostante un'offerta molto attraente e ambiziosa da Stoccolma. Ad oggi, e a parte gli ordini Gripen NG per Flygvaptnet, l'aeronautica svedese e i 36 Gripen NG ordinati dal Brasile nel 2014,...

Leggi l'articolo

India, Corea del Sud: Francia all'offensiva nel campo dei sottomarini nucleari

Il ministro delle Forze armate francesi, Florence Parly, si recherà in India questo fine settimana per incontrare il suo omologo indiano Shri Rajnath Singh, così come altri funzionari di New Delhi, per discutere diversi argomenti nel campo della cooperazione strategica e industriale rapporto tra i due paesi, partner e alleati di lunga data. Oltre alla questione di un possibile ordine aggiuntivo di aeromobili Rafale, la cooperazione nel campo degli elicotteri con una linea di mira, un possibile contratto per equipaggiare la Guardia costiera indiana con elicotteri Caracal e le questioni di cooperazione strategica nel teatro Pacific sono state scosse negli ultimi mesi sia dal...

Leggi l'articolo

Dopo la partenza di Boeing, Embraer è alla ricerca di nuovi partner per commercializzare il suo aereo da trasporto Millenium C-390

Da più di un anno la Boeing subisce battute d'arresto nel settore spaziale (fallimento del primo lancio del CST-100 Starliner), civile (divieto di volo sul 737 Max) e militare (con le ripetute battute d'arresto del KC-46) . La pandemia di coronavirus e le sue disastrose conseguenze sul trasporto aereo hanno solo aggiunto ulteriori difficoltà al colosso aeronautico americano. Di conseguenza, la società di Chicago ha deciso bruscamente di porre fine al suo progetto di joint venture con il produttore di aeromobili brasiliano Embraer. L'argomento era stato ampiamente trattato in un articolo precedente, che descriveva in dettaglio il divorzio tra Boeing ed Embraer e il...

Leggi l'articolo

L'aereo da trasporto e rifornimento in volo C-390 Millennium potrebbe sopravvivere al divorzio tra Boeing / Embraer?

Il lancio della joint venture tra l'americana Boeing e la brasiliana Embraer doveva essere uno dei maggiori eventi dell'anno nel mondo aeronautico. Reagendo al riavvicinamento tra Airbus e Canadian Bombardier, la joint venture americano-brasiliana doveva consentire a Boeing di completare la sua gamma di aerei civili con gli ERJ e gli E-Jet di progettazione brasiliana. Per supportare l'80% della joint venture, Boeing avrebbe quindi dovuto pagare meno di 4,2 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, una seconda joint venture denominata Boeing Embraer – Defence, questa volta controllata al 51% da Embraer, dovrebbe consentire a Boeing di commercializzare l'aereo da trasporto militare brasiliano C-390 Millennium. Comunque, il…

Leggi l'articolo

Il programma Gripen E/F continua a svilupparsi con nuovi passi effettuati

Lo scorso febbraio abbiamo dedicato un importante dossier al Gripen E/F, l'ultima variante del JAS-39 Gripen sviluppato dall'azienda svedese Saab proprio alla fine della Guerra Fredda. Per Saab, la posta in gioco del Gripen E/F era alta: in una cellula di caccia leggera che si era già dimostrata valida, il produttore di aerei svedese voleva integrare gli ultimi progressi tecnologici nel combattimento aereo. Missili a lunghissimo raggio, data link discreti, radar AESA, palla optronica e sistema di guerra elettronica: nulla è stato lasciato al caso. Sfortunatamente, a seguito di diverse battute d'arresto commerciali, tra cui l'annullamento dell'ordine svizzero nel 2014, il programma Gripen E/F...

Leggi l'articolo

La consegna dei siluri F21 di nuova generazione del Gruppo navale è iniziata in Francia e Brasile

Durante la conferenza stampa del 21 febbraio, il boss del gruppo navale Hervé Guillou, a poche settimane dal pensionamento, ha voluto fare il punto sul suo mandato e sui risultati del gruppo navale francese negli ultimi anni. Nel bel mezzo dei principali programmi di sottomarini e fregate del Gruppo Navale (sia in Francia che per l'esportazione), Hervé Guillou non ha mancato di segnalare la consegna del primo lotto di siluri pesanti F21 di nuova generazione. Evoca quindi "la consegna del primo lotto di siluri F21, che è un vero "punto di svolta" in termini di siluri pesanti, con...

Leggi l'articolo

Saab Gripen NG: di piccole dimensioni ma di grandi prestazioni

Nel 2007, il produttore di aeromobili svedese SAAB ha lanciato la produzione del suo dimostratore tecnologico Gripen Demo. Basato su un Gripen D a due posti di produzione, questo aereo aveva lo scopo di dimostrare la fattibilità di una nuova generazione di aerei da combattimento basati sul design Gripen esistente. L'ambizione di SAAB era quindi quella di offrire all'aviazione svedese ed esportare un velivolo di nuova generazione che fosse economico ed efficiente, senza compromettere gli ultimi sviluppi nell'elettronica, nei sensori e nell'armamento. Un approccio in linea con il posizionamento storico dell'azienda. Dagli anni '1950, SAAB è infatti sempre stata in grado di...

Leggi l'articolo

L'HMS OCEAN LHD viene venduto ai brasiliani solo dopo 23 anni di servizio

La nave d'assalto portaelicotteri HMS Ocean è stata l'ammiraglia della Royal Navy per quasi 20 anni. È stata ritirata dal servizio per essere venduta in Brasile con l'arrivo della portaerei HMS Queen Elizabeth, per un importo di 84,3 milioni di sterline. La nave da 21.000 tonnellate è in grado di proiettare 400 uomini e una dozzina di elicotteri di tutti i tipi. Rafforzerà notevolmente le capacità della Marina brasiliana dopo la decisione di ritirare dal servizio la portaerei Sao Paolo (Ex Clemenceau). La rivendita di una nave che non è in servizio da 25 anni può sembrare sorprendente. Tuttavia, gli inglesi sono...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE