L'India rilancia la competizione per costruire 4 navi d'assalto anfibie

I programmi bellici dell'India sono quasi sempre straordinariamente complessi, e molto spesso falliscono anche quando viene scelto un vincitore, scontrandosi con la tecnocrazia del Paese. È il caso del programma MMRCA (126 Rafale) annullato nel 2015, così come della competizione per l'acquisizione di 6 velivoli cisterna, vinta due volte dall'A330MRTT nel 2006 e 2013, e due volte cancellata nel 2010 e 2016, o del programma FGFA che prevedeva di progettare con la Russia un sostituto del Su-30MKI sulla base del Su-57 e che è stato cancellato nel 2018 da Nuova Delhi. Questo è stato anche il caso di...

Leggi l'articolo

La marina cinese ha tenuto 120 esercitazioni negli ultimi 3 mesi

"Il sudore salva il sangue" diceva l'architetto e stratega militare di Luigi XIV, Vauban. E sudore, i militari cinesi ovviamente non sono mancati in questi mesi. Infatti, secondo il sito affiliato al PCC globaltimes.cn, la marina cinese, in collaborazione con altre armi dell'Esercito popolare di liberazione, ha organizzato quasi 120 esercitazioni navali, aeree e anfibie solo negli ultimi 3 mesi, di cui 50 hanno preso posto vicino all'isola di Taiwan. Al di là del già straordinariamente elevato numero di esercitazioni che hanno avuto luogo, le informazioni (parziali) fornite dalle autorità taiwanesi su molte di esse...

Leggi l'articolo

La produzione navale militare russa ora supera l'Europa

Il 23 agosto, il presidente Vladimir Putin ha annunciato il varo della costruzione di 6 nuove navi per la flotta militare russa durante la sua visita alla mostra ARMY-2021 che si terrà al Patriot Park, alla periferia di Mosca. Si tratta quindi di 2 nuovi sottomarini missilistici balistici a propulsione nucleare della classe Borei-A, 2 sottomarini Kilo migliorati Project 636.3 a propulsione convenzionale e 2 fregate leggere il cui modello esatto non è stato annunciato (22380 o 22385) che saranno costruite nei cantieri navali di Severodvinsk, San Pietroburgo e Komsomolsk-on-Amur. Negli ultimi mesi Vladimir Putin si è abituato a questo tipo di annunci riguardanti...

Leggi l'articolo

Joe Biden allinea l'impegno degli Stati Uniti per difendere Taiwan con quello della NATO

Il presidente americano è fortemente conteso negli Stati Uniti ma anche sulla scena internazionale per il catastrofico crollo delle strutture statali e dell'esercito afghano avvenuto in poche settimane dall'inizio del ritiro dei soldati americani. In particolare, molti sono coloro che fanno il collegamento tra questo ritiro e la determinazione, che ora considerano discutibile, degli Stati Uniti di garantire la sicurezza dei suoi stretti alleati, anche tra i leader di alcuni paesi della NATO. È per spiegarsi su queste domande che il presidente americano ha concesso un'intervista al canale ABC, intervista durante la quale è stato interrogato soprattutto sul presunto...

Leggi l'articolo

DARPA è di nuovo interessata a Ekranoplan

Nel settembre 2020, tre ufficiali americani della Marina e del Corpo dei Marines statunitensi hanno pubblicato un articolo appariscente sul sito web del serissimo US Naval Institute. Il Capitano dei Marines Walker D. Mills, il Tenente Comandante Phillips-Levine e il Capitano della US Navy Joshua Taylor hanno presentato, infatti, una notevole analisi sull'opportunità per gli eserciti americani di sviluppare e schierare una flotta dell'Ekanoplan, anche Wing in Ground effect o WIG attraverso l'Atlantico, per evolvere e rafforzare le capacità di trasporto strategico delle forze statunitensi di fronte alle sfide poste dalla geografia specifica e dalla negazione dell'accesso cinese al Pacifico. Ovviamente,…

Leggi l'articolo

Sciame di droni ed energia diretta, il duo tecnologico americano per superare il diniego di accesso

Tra il crollo dell'Unione Sovietica all'inizio degli anni 2010, le forze aeree occidentali, e americane in particolare, erano certe di poter imporre la loro superiorità nell'aria a qualsiasi altra potenza, al punto da ingaggiare grandi campagne senza mai aver bisogno di schierare truppe di terra, come in Kosovo nel 1999 durante l'operazione Allied Force, o in Libia nel 2011 durante l'operazione Harmattan per la Francia e Unified Protector per le Nazioni Unite. Ma il graduale arrivo di nuovi sistemi di difesa antiaerea, come l'S-400 (2007) e l'S-350 (2019) in Russia, e l'HQ-9B (2007) e HQ-16 (2012) in...

Leggi l'articolo

Le batterie della difesa costiera tornano al centro della scena

Tradizionalmente, fino alla metà degli anni '60, porti e arsenali militari, così come alcuni siti strategici della costa, erano spesso protetti da batterie costiere, sia contraeree che contraeree. Ma l'erosione della minaccia, soprattutto dopo il crollo dell'Unione Sovietica, così come la comparsa e la democratizzazione dei missili a bordo delle navi da combattimento, hanno portato molti paesi a fare a meno di queste difese. Tuttavia, negli ultimi anni, diversi eserciti si sono impegnati ad acquisire nuove capacità di questo tipo, in particolare acquisendo batterie costiere dotate di missili antinave. Come si spiega questo ritorno a favore delle batterie di difesa...

Leggi l'articolo

Lo scenario georgiano sta prendendo forma in Ucraina

Nel 2008, un corpo dell'esercito russo di 90.000 uomini ha dislocato le difese georgiane in soli 5 giorni, dopo che il focoso presidente georgiano Saakashvili ha ordinato alle sue forze di impossessarsi della città osseta di Tskhinvali, provocando la morte di 16 soldati della "forza di interposizione IEC" presente sul posto. Ma questa narrazione è solo una parte della storia, perché nelle settimane precedenti a questo sconsiderato assalto da parte di un presidente georgiano troppo sicuro del sostegno dei suoi alleati occidentali, le forze ossete, equipaggiate e addestrate da Mosca, e in gran parte composte da russi soldati, molestato il...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti possono sconfiggere la Cina, ma con armi che non esistono

Contrastare un'offensiva contro Taiwan è oggi una delle, se non la principale preoccupazione delle forze armate americane. Sfortunatamente, i moltissimi wargames condotti negli ultimi anni su questo argomento non sono affatto incoraggianti, gli eserciti statunitensi vengono regolarmente respinti e l'isola indipendente cade nelle mani di Pechino nella maggior parte dei casi. Molte opzioni e innovazioni sono ora in fase di sperimentazione nel tentativo di raccogliere questa sfida, con, ad esempio, unità più piccole, altamente mobili e meglio coordinate come raccomandato dalle nuove dottrine dei Marines e dell'esercito americano, la richiesta di navi robot e droni per la US Navy e...

Leggi l'articolo

Difendere Taiwan sarà molto difficile per gli Stati Uniti secondo le simulazioni del Rand

Gli esperti della Think Tank RAND Corporation, uno dei più antichi e rispettati think tank su questioni strategiche, hanno emesso un verdetto finale dopo aver simulato ripetutamente e secondo diversi scenari un ipotetico intervento militare cinese per riconquistare Taiwan, e un altrettanto ipotetico intervento americano per prevenirli. Secondo loro, le possibilità di successo delle forze americane e taiwanesi sono minime, poiché la potenza militare cinese è ora progettata quasi esclusivamente per questa singola missione. Questi stessi esperti ritengono inoltre che la perdita di Taiwan potrebbe avere effetti estremamente negativi sulle posizioni...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE