L'opinione pubblica svizzera si invita al concorso per la sostituzione degli svizzeri F18 e F5

A 24 ore dalla proclamazione del vincitore del concorso AIR2030 volto alla sostituzione degli aerei da combattimento F/A 18 Hornet e F5 Tiger II in servizio con l'Aeronautica Militare Svizzera, il peso dell'opinione pubblica sembra rappresentare un tema in crescita. diciamo decisivo, in questo caso i cui colpi di scena hanno poco da invidiare a un 8° finale tra Francia e Svizzera. Secondo i media svizzeri, l'esito di questa competizione difficilmente sarà più favorevole per il francese Rafale rispetto a quello di ieri per la squadra francese, dal momento che tutto sembra indicare...

Leggi l'articolo

Stati Uniti, Cina e Russia rafforzano le loro capacità di guerra informatica

In pochi anni Information Warfare, che può essere erroneamente tradotto come Information Battlefields, si è affermato come uno dei principali soggetti all'interno delle maggiori potenze militari mondiali, che vi dedicano ogni anno più risorse. Tre paesi in particolare, gli Stati Uniti da un lato, e la Cina e la Russia dall'altro, hanno integrato questo nuovo campo di battaglia nel cuore stesso delle loro nuove dottrine militari, al punto da integrare a diversi livelli unità di combattimento specialisti in questo campo , e quindi dare alle loro forze nuove capacità operative che, potenzialmente, possono rivelarsi pari o anche più efficaci di un reggimento...

Leggi l'articolo

Il potere politico del programma F-35 lo rende irremovibile?

Nelle ultime settimane il programma F-35 aveva subito l'ira di alcuni parlamentari americani, che lo criticavano per il suo prezzo eccessivo, soprattutto in termini di manutenzione, e la sua mancanza di affidabilità e disponibilità. Da parte sua, lo stesso Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica americana, il generale Brown, aveva annunciato che poteva essere preferibile, per l'Aeronautica americana, sviluppare un nuovo dispositivo tecnologicamente meno avanzato ma meno costoso e più affidabile del F35 per sostituire la flotta di F-16 attualmente in servizio, sapendo che gli attuali costi che circondano il programma F-35 non permetterebbero all'USAF di acquisire e implementare il...

Leggi l'articolo

No, il contratto egiziano Rafale non minaccia i contribuenti francesi

Dall'annuncio della firma di un nuovo contratto per l'acquisizione di 30 velivoli Rafale da parte dell'Egitto per 4 miliardi di euro, sui social si è diffuso un malinteso, basato anche su un'errata interpretazione della situazione da parte di alcuni media francesi e dell'AFP, secondo cui questo contratto potrebbe in ultima analisi minacciare i contribuenti francesi, dal momento che lo Stato francese ha garantito l'85% dell'importo preso in prestito da Cairo dalle banche francesi in un prestito di 10 anni per finanziare l'operazione. Come vedremo in questo articolo, non solo non c'è alcun motivo oggettivo per anticipare un mancato pagamento entro...

Leggi l'articolo

Droni militari ed etica: vero dibattito o finzione?

Da quando sono entrati in servizio una ventina di anni fa, i droni hanno fatto regolarmente notizia, in particolare in un'area in cui lo sviluppo dei sistemi di combattimento è poco previsto, ovvero l'etica. Alimentati da una cultura popolare ricca di riferimenti cinematografici e letterari, molti personaggi politici, ma anche scienziati, soldati e filosofi, hanno colto il dibattito nel tentativo di comprendere e controllare l'evoluzione di questi nuovi sistemi e prevenire la comparsa del famoso " robot assassini". Questo dibattito, sullo sfondo di valori etici ma anche di paure molto reali del combattimento in fuga automatizzato, ha basi e obiettivi...

Leggi l'articolo

Il nuovo aereo da caccia finlandese verrà scelto dopo un wargame

Sta per concludersi la competizione HX finalizzata alla sostituzione degli F/A 18 Hornet dell'Aeronautica Militare Finlandese, mentre tutte le proposte dei 5 costruttori coinvolti, Boeing con l'F/A 18 E/F Super Hornet, Dassault con la Rafale, Eurofighter con il Typhoon, Lockheed-Martin con l'F35 e Saab con il Gripen E/F, sono stati consegnati questa settimana alle autorità del Paese. La scelta del dispositivo per questo contratto da quasi 10 miliardi di euro sarà fatta su considerazioni di prezzo, certo, ma anche sulla sicurezza degli approvvigionamenti e sulla cooperazione industriale. Soprattutto Helsinki intende integrare i risultati delle valutazioni tattiche dei 5 dispositivi...

Leggi l'articolo

La Royal Navy invierà 165.000 tonnellate di diplomazia nel Pacifico

Ovviamente, le autorità britanniche come la Royal Navy vogliono rendere il primo dispiegamento operativo a lungo termine della loro nuova portaerei, la HMS Queen Elizabeth, un evento tanto significativo quanto simbolico. Infatti, il gruppo da battaglia della portaerei che salperà il mese prossimo per una missione di 28 settimane nell'Oceano Indiano e nell'Oceano Pacifico, sarà composto da non meno di 8 grandi navi quotate in Gran Bretagna, per un tonnellaggio totale di 165.000 tonnellate, di più per l'indicatore globale di marines come la Turchia o il Brasile. Nessun mese su 18 F35B si imbarcherà sulla HMS Queen Elizabeth, di cui 8 appartenenti alla Royal Air...

Leggi l'articolo

Le 7 sfide per difendere la Presidenza del 2022 in Francia

Le questioni della difesa erano state messe in secondo piano durante le precedenti elezioni presidenziali francesi del 2017. La maggior parte dei candidati si era semplicemente impegnata a raggiungere un obiettivo di spesa del 2% alla fine del mandato di cinque anni e si era sforzata di discutere argomenti senza un reale fondamento , come il ritorno alla leva, anche se gli stessi soldati hanno costantemente messo in guardia sull'aspetto irrealistico delle proposte avanzate. Fortunatamente, e con sorpresa di molti, il presidente eletto, Emmanuel Macron, ha rispettato i suoi impegni applicando una legge sulla programmazione militare (LPM) che consente agli eserciti, se non di ricostruire le proprie capacità, per tutto...

Leggi l'articolo

Tensioni al massimo tra Russia, Ucraina e Occidente

Secondo un rapporto dell'Unione Europea, le forze armate russe hanno radunato quasi 150.000 soldati in Crimea e lungo il confine con il Donbass ucraino, rendendo questo dispiegamento il più grande dalla fine della Guerra Fredda. L'UE, come tutte le capitali europee, così come Kiev e Washington, sono ora più che apertamente preoccupate per le manovre russe, tanto più che altri fattori indicano che l'attuale crisi si sta estendendo oltre l'Ucraina, per diventare una grave crisi tra l'Occidente e la Russia. Negli ultimi giorni si sono moltiplicate le notizie sul potenziamento militare russo ai confini ucraini...

Leggi l'articolo

Una Maskirovka è in arrivo per le tensioni russo-ucraine?

Resa popolare dall'ottimo "Red Storm" di Tom Clancy e Larry Bond, l'autore della non meno eccellente simulazione di guerra navale Harpoon, la Maskirovka è un'operazione di intelligence volta a creare da zero un casus belli che giustifichi il legittimo impegno delle forze. Il romanzo, che descrive un ipotetico conflitto tra Unione Sovietica e NATO sullo sfondo di una crisi energetica, presenta uno scenario evoluto riguardante questa Maskirovka sovietica, intesa a mobilitare la popolazione attorno a un attacco contro la NATO a seguito di un attacco rivolto alle élite del Partito Comunista, presumibilmente commissionato dai servizi segreti tedeschi, mentre allo stesso tempo gli eserciti stavano subendo un...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE