Annunciando il lancio di 60 programmi tecnologici per la Difesa, il Primo Ministro australiano vuole affogare il sottomarino?

Dire che il primo ministro australiano Scott Morrison sarebbe in una posizione difficile sarebbe un eufemismo. Infatti, non solo si ritrova coinvolto nelle conseguenze dei suoi pericolosi arbitrati in materia di sottomarini, avendo scelto di sbattere la porta in faccia alla Francia per rispondere alle sirene americane e britanniche promettendogli una flotta di sottomarini da attacco nucleare senza prima valutare la fattibilità e le conseguenze geopolitiche, operative e di bilancio, ma si ritrova, con il suo Partito Liberale, molto indietro rispetto all'opposizione laburista nei sondaggi, mentre uguale alla prossima scadenza elettorale, le elezioni federali (legislative)...

Leggi l'articolo

Una commissione parlamentare svizzera analizzerà le condizioni per la selezione dell'F-35 in Svizzera

La scelta, da parte delle autorità svizzere, dell'F-35A e del sistema antiaereo Patriot per l'ammodernamento dell'aviazione svizzera e della difesa antiaerea lo scorso giugno ha fatto fluire molto inchiostro, anche digitale, da parte di e non solo dalle Alpi. Infatti, fino a un incontro estemporaneo tra il presidente americano Joe Biden e Guy Parmelin, suo omologo svizzero, la stampa svizzera ha regalato il Rafale francese, ma anche il sistema antiaereo franco-italiano SAMP/T, in gran parte favorito della competizione. , e questo solo una settimana prima degli annunci ufficiali. Al punto che anche Dassault Aviation aveva anticipato questo successo, e aveva iniziato a preparare la sua comunicazione per...

Leggi l'articolo

Secondo le simulazioni, l'US Air Force perderà il suo vantaggio dal 2027 sulla traiettoria attuale

"Le simulazioni di combattimento (wargaming) mostrano che non stiamo accelerando abbastanza, ... dobbiamo andare più veloci". È in questi termini che il generale Clinton Hinote, che guida la lungimiranza operativa dell'Aeronautica americana, ha descritto la situazione durante un webinar organizzato dal Center for an New American Security. E secondo lui, dove prima gli Stati Uniti stimavano di avere il vantaggio sulla Cina con l'attuale pianificazione almeno fino all'inizio degli anni '2030, e l'arrivo del NGAD, queste stesse simulazioni ora mostrano che il punto di flesso sarebbe in 2027, una data molto simbolica poiché è quella anticipata per il...

Leggi l'articolo

Di fronte alla minaccia occidentale, Vladimir Putin aumenterà le difese aeree russe

Tra il 2012 e il 2020 le forze armate russe hanno subito una fase di ammodernamento e preparazione operativa di eccezionale portata, vedendo in particolare il numero delle sue brigate da combattimento aumentare da 15 a 65, e il tasso di equipaggiamenti "moderni" nell'organico passare da meno di dal 50% a oltre il 70%. In particolare, misero in servizio quasi un centinaio di sistemi S-400 in venti reggimenti, oltre a più di 1200 carri armati T90, T72B3/M e T80BVM modernizzati. Quasi 250 nuovi aerei da combattimento Su-34, Su-35, Mig-35 e Su-30 si sono uniti alle loro unità, oltre a un gran numero di elicotteri, droni...

Leggi l'articolo

Sottomarini indiani: la gara da non perdere per Naval Group

Dopo il ritiro del Kockums e del suo sottomarino A26 Océanique all'inizio del 2020, è ora il turno del TKMS tedesco e del suo Tipo 214 di gettare la spugna nella competizione indiana P75i che mira a costruire 6 anaerobici AIP oceaniche sottomarini a motore nei cantieri navali del Paese, con un'importante dimensione di trasferimento tecnologico. Sono ancora 4 i costruttori coinvolti in questa competizione: lo spagnolo Navantia con l'S-80 Plus, il sudcoreano Huyndaï con il DSME-3000 derivato dalla classe Dosan Ahn Changho, il russo Rubin con la classe Amur e l'SMX 3.0 dalla classe il gruppo navale francese, derivato da...

Leggi l'articolo

Il film di guerra La battaglia del lago Changjin è un successo in Cina

512 milioni di yuan, ovvero 80 milioni di dollari! Questa è la ricetta che il film di guerra "La battaglia di Changjin" ha appena registrato per la sua uscita in occasione della Giornata nazionale cinese, un totale di oltre 11 milioni di spettatori, una piega del record stabilito da Avengers. : Endgame nel 2019 con 81 milioni di dollari di entrate il giorno in cui è stato rilasciato in Cina. Il film tratta di un'epica battaglia lungo il fiume Yalu durante la controffensiva delle forze delle Nazioni Unite guidate dagli Stati Uniti nel 1950, che spingerà l'esercito popolare nordcoreano sull'orlo del collasso e provocherà la guerra...

Leggi l'articolo

L'aeronautica americana affina la sua strategia per ridurre il numero di F-35 che acquisterà

Per quasi 15 anni, la US Air Force ha avuto una sola risposta a tutte le domande sulla sua flotta di caccia, l'F-35A. Dotato di abilità quasi mistiche di furtività e potenza di combattimento, l'aereo ha dovuto affrontare tutte le sfide che avrebbero potuto affrontare nei prossimi 30 anni. Ma dai primi scherzi di Will Roper, allora Direttore degli sviluppi e acquisizioni della US Air Force su questo programma nel 2018, fino alle più recenti dichiarazioni del generale Brown, capo di stato maggiore dell'USAF, e del generale Kelly, che comanda la Caccia americano, le riserve della prima forza aerea al mondo...

Leggi l'articolo

Queste 4 derive che ostacolano lo sforzo di difesa occidentale contro Cina e Russia

Mentre la competizione tra Occidente e blocco sino-russo si fa sempre più agguerrita sulla scena internazionale, numerose simulazioni effettuate negli ultimi anni mostrano che nonostante la difesa occidentale spenda 6 volte maggiore di quella di Cina e Russia messe insieme, questi ultimi sono costantemente aumentando la loro relativa potenza militare, al punto da superare probabilmente i loro concorrenti nel decennio a venire. Si può naturalmente essere tentati da spiegazioni banali, come il costo del lavoro molto diverso tra i paesi, o il controllo molto più fermo imposto da questi regimi sulle rispettive popolazioni. Tuttavia, questi...

Leggi l'articolo

Portare lo sforzo di difesa della Francia al 3% del PIL: necessario? sufficiente? sostenibile?

Durante la sua ultima audizione come Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate dalla Commissione Difesa e Sicurezza dell'Assemblea Nazionale, il generale Lecointre, interrogato da un deputato su ciò di cui avrebbero bisogno gli eserciti per trovare un assetto difensivo paragonabile a quello degli anni '60 e '70, rispose non senza malizia “4% del PIL, come allora”. Al di là del tocco di umorismo di un soldato straordinario con una carriera più che esemplare, il generale Lecointre ha posto chiaramente ai deputati il ​​problema che sta alla base dell'efficienza e delle prestazioni dei nostri eserciti oggi, vale a dire il "nervo della guerra", il budget che ...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE