Azerbaigian, Turchia, Cina: i rischi di conflitti di opportunità crescono sulle incertezze in Ucraina

Attaccando l'Ucraina nel febbraio 2022, la Russia non solo metterà in pericolo la pace e la sicurezza in Europa, ma in tutto il mondo. In effetti, molti conflitti latenti, vincolati dall'azione congiunta di Mosca e delle capitali europee e americane, stanno riemergendo, al punto che si può temere che possano sorgere anche grandi conflitti in più luoghi del mondo, alcuni dei quali potrebbero potenzialmente ulteriormente minare i difficili equilibri economici su cui è costruito l'Occidente. Nei giorni scorsi alcuni dei suoi teatri sono divampati, o mostrano segni di estrema tensione, poiché gli eserciti russi...

Leggi l'articolo

LPM 2023: La Marina francese affronta la sfida indo-pacifica

Interrogato il 27 luglio dai deputati del Comitato di difesa dell'Assemblea nazionale, l'ammiraglio Pierre ha ripetuto ciò che non ha smesso di dire dalla sua nomina a Capo di Stato Maggiore della Marina Nazionale nel settembre 2020. "Il massiccio riarmo osservato nel mondo renderà il mare una zona di conflitto negli anni a venire”. Infatti, in pochi anni, la Marina francese è passata da un atteggiamento di pace, certa che la migliore difesa a disposizione delle sue navi fosse la bandiera che battono, a una preparazione attiva per impegni di alta o addirittura altissima intensità. Il fatto è,…

Leggi l'articolo

L'acquisizione da parte dell'Iran dei Su-35 russi potrebbe incendiare il Medio Oriente

Sebbene l'intervento russo in Ucraina abbia alterato profondamente la geopolitica europea e innescato una grave crisi energetica, la sua influenza sulla geopolitica globale è stata finora relativamente moderata. Col passare del tempo, alcuni paesi sembrano inclini a trarre vantaggio dal relativo isolamento della Russia su questa scena internazionale, a proprio vantaggio. È il caso della Corea del Nord, che nelle ultime settimane ha intensificato gli scambi con Mosca, in particolare offrendo manodopera disponibile ea bassissimo costo per sostenere lo sforzo bellico russo, in particolare per grandi opere, infrastrutture e necessità agricole. In cambio, Pyongyang intende che Mosca sollevi il...

Leggi l'articolo

Secondo quanto riferito, gli ingegneri israeliani hanno esteso la portata dell'F-35i per colpire l'Iran senza rifornimento aereo

Si dice che l'aviazione israeliana abbia modificato alcuni dei suoi F-35i Adir, la versione del Lighting II adattata alle esigenze dello Stato ebraico, per estendere la propria autonomia abbastanza da poter svolgere missioni di attacco profondo in Iran, se necessario . , mentre l'IAF si sta allenando attivamente per questa missione da diversi mesi. Il programma nucleare iraniano è percepito dalle autorità israeliane come una minaccia esistenziale e l'IAF si sta attivamente addestrando da diversi anni per poter, se necessario, essere in grado di colpire installazioni iraniane critiche al fine di privare Teheran delle sue capacità nucleari . In quest'area, l'aviazione israeliana poteva, fino ad ora, fare affidamento solo su...

Leggi l'articolo

Webinar geopolitico "L'Iran e i suoi problemi"

Data: 17 marzo 2022 dalle 9:00 alle 19:00 Formato: Webinar Iscrizione: theo.nencini@gmail.com Introduzione: Con la ripresa delle trattative sulla questione nucleare e di fronte alla prospettiva della successione dell'attuale Guida Suprema, l'Ayatollah Ali Khamenei, la Repubblica Islamica dell'Iran sta entrando in una fase delicata della sua esistenza. Il regime in atto a Teheran si trova in una situazione paradossale di fragilità interna e forza esterna. Internamente, la presa del potere da parte dell'ala conservatrice più dura conferma che il mantenimento del potere da parte del clero sciita ha la precedenza sulle richieste provenienti da una popolazione...

Leggi l'articolo

Queste 7 tecnologie che rivoluzioneranno il campo di battaglia entro il 2040

Se gli ultimi anni della guerra fredda sono stati occasione di numerosi e importanti progressi tecnologici nel campo degli armamenti, con l'arrivo di missili da crociera, aerei e navi stealth e sistemi avanzati di comando e geolocalizzazione, questa dinamica si è completamente arrestata con il crollo del blocco sovietico. In assenza di un avversario importante e tecnologicamente avanzato, e a causa delle numerose campagne asimmetriche a cui hanno preso parte le forze armate, tra il 1990 e il 2020 si sono registrati pochissimi progressi significativi dal punto di vista tecnologico, con la notevole eccezione della generalizzazione di droni aerei di ogni tipo. Ma con l'emergere, dall'inizio di...

Leggi l'articolo

Il Su-75 Checkmate torna negli Emirati Arabi Uniti per cercare di rimuovere definitivamente l'F-35

Gli Emirati Arabi Uniti sono stati individuati da Rostec come una prospettiva strategica, fin dall'inizio della comunicazione intorno a questo programma. Mosca e Abu Dhabi sono infatti in discussione da diversi anni su un programma congiunto di caccia leggeri, mentre lo stato arabo ha già acquistato diversi importanti pezzi di equipaggiamento da produttori russi, tra cui il sistema antiaereo Pantsir S-1. . Con l'annuncio dell'intenzione degli Emirati di acquisire 50 F-35A dagli Stati Uniti, le possibilità per il conglomerato industriale della difesa russa di imporsi nel Paese sono drasticamente diminuite. Con Joe Biden che ha sospeso questo programma dopo il suo...

Leggi l'articolo

L'esercito cinese simula un massiccio assalto anfibio all'isola di Hainan, replica di Taiwan

L'isola cinese di Hainan, con i suoi 34.000 km2 e i suoi 1.500 km di costa, è di per sé una provincia del Paese che ospita 8 milioni di abitanti e dispone di numerose infrastrutture di difesa, in particolare la base sottomarina nucleare di Longpo vicino alla città di Yulin, è per molti aspetti una replica a grandezza naturale dell'isola di Taiwan, con i suoi 36.000 km2 ei suoi 1550 km di costa. Ovviamente, la cosa non è sfuggita agli strateghi dell'Esercito popolare di liberazione, che hanno organizzato, questo fine settimana, un'enorme esercitazione navale e anfibia, in corso proprio il...

Leggi l'articolo

4 modelli di bilancio sostenibili per la modernizzazione e l'estensione delle forze armate

In un ambiente mediatico sorprendentemente discreto, sul pianeta si stanno svolgendo simultaneamente diverse grandi crisi che potrebbero potenzialmente evolvere in conflitto armato tra grandi potenze, sia che si tratti della crisi tra Ucraina e Russia che potenzialmente coinvolge la NATO, sia tra Israele e Iran sul programma nucleare di quest'ultima , o la crisi tra Pechino e Taiwan, ognuno di essi porta l'inizio di un conflitto internazionale su vasta scala che potrebbe coinvolgere l'Europa, e la Francia in particolare. In tale contesto, sembra che i mezzi oggi a disposizione delle Forze armate francesi siano quantitativamente insufficienti e qualitativamente inadeguati per farvi fronte. Infatti, il…

Leggi l'articolo

Gli Emirati Arabi Uniti sospendono i negoziati di acquisto dell'F-35

Poi, nel bel mezzo della campagna elettorale per la sua rielezione alla Casa Bianca, Donald Trump ha segnato un duro colpo nell'estate del 2020 annunciando la firma di un accordo di pace tra Emirati Arabi Uniti e Israele, accordo che è stato presto si unirono ad altre monarchie sunnite del Golfo nel tentativo di normalizzare le relazioni con lo stato ebraico dopo diversi decenni di tensioni sulla causa palestinese. Se i punti di convergenza sono stati numerosi, in particolare per quanto riguarda il potenziale rischio posto dal programma nucleare iraniano, gli Emirati Arabi Uniti hanno colto l'occasione per negoziare con Donald Trump la vendita delle tecnologie di Difesa finora riservate...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE