Quali sono i 4 pilastri che renderanno la Cina la superpotenza militare mondiale nel 2035?

Con 2 milioni di soldati, meno di 3000 moderni carri armati, mille aerei da combattimento di 4a generazione e solo 2 portaerei e circa XNUMX cacciatorpediniere, gli eserciti cinesi sono, almeno sulla carta, lontani dal rappresentare un potenziale avversario fuori dalla portata degli Stati Uniti , per non parlare del campo occidentale nel suo insieme. Tuttavia, la costruzione militare intrapresa da Pechino per trent'anni è oggi l'ossessione di soldati e strateghi americani, al punto che tutti gli sviluppi materiali e dottrinali intrapresi attraverso l'Atlantico negli ultimi dieci anni sono solo volti a contenere l'ascesa del eserciti cinesi. Infatti, al di là...

Leggi l'articolo

KAI presenta un modello promettente della versione navale del suo caccia KF-21 Boramae

Mentre tutto faceva credere qualche settimana fa che Seoul avesse abbandonato l'idea di acquisire una portaerei, le dichiarazioni del capo di stato maggiore sudcoreano, il generale Kim Seung-kyum, lo scorso 19 settembre, hanno dato nuovo slancio a questa ambizione. Non solo il programma non è stato abbandonato, ma Seoul starebbe ora valutando l'acquisizione di una nave più imponente, nell'ordine delle 60.000 tonnellate, con la possibilità di affidarsi a un partner straniero per la realizzazione della costruzione. Inoltre, laddove il CVX iniziale doveva implementare 16 F-35B americani, la nuova nave sudcoreana potrebbe, da parte sua, trasportare una versione navale del nuovo ...

Leggi l'articolo

La futura portaerei sudcoreana potrebbe essere molto più grande del previsto e dotata di catapulte

Il minimo che possiamo dire è che il programma della portaerei sudcoreana non manca di colpi di scena. Nell'ottobre 2019, il capo di stato maggiore sudcoreano, il generale Park Han-ki, ha annunciato che l'amministrazione del presidente Moon Jae-In aveva approvato la costruzione di due portaerei da 30.000 tonnellate in grado di implementare velivoli da combattimento F-35B, un verticale o versione corta di decollo e atterraggio del famoso velivolo Lockheed-Martin, utilizzato in particolare dal Corpo dei Marines americani ma anche dalla Royal Air Force, dalle forze di autodifesa aerea giapponesi e dall'aeronautica navale italiana. Un anno dopo, nel 2020, non si parlava più di 2 portaerei…

Leggi l'articolo

Arrow 3, KF-51 Panther, F-35..: la Germania volta le spalle alla Francia senza dirlo

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale della difesa franco-tedesca soffrono di una profonda divergenza industriale, come nel caso dell'opposizione tra Dassault Aviation e Airbus DS nel campo della nuova generazione SCAF del programma di aerei da combattimento, o tra Nexter e Rheinmetall in quello del programma di carri armati del futuro MGCS. Inoltre, Berlino ha preso le distanze o addirittura si è ritirata da certe collaborazioni, come il programma di velivoli da pattugliamento marittimo MAWS affondato dall'acquisizione dell'americano P-8A Poseidons, il programma per l'evoluzione dell'elicottero da combattimento Tiger 3 che sarà prodotto solo da Parigi e Madrid (ma a cui il...

Leggi l'articolo

LPM 2023: 5 opportunità di capacità per preparare gli eserciti francesi all'alta intensità

Sta per concludersi la serie di articoli dedicati alla Legge di Programmazione Militare 2023. Finora abbiamo affrontato molti argomenti, sia strategici, come il futuro del formato dell'esercito globale ereditato dal generale de Gaulle, sia argomenti puramente tecnici, come l'opportunità di fornire alla Marina francese marinai a propulsione subconvenzionale accanto ai suoi SNA. Se questi articoli hanno permesso di presentare in modo relativamente esauriente la posta in gioco ma anche i vincoli che si applicheranno a questo LPM, gli ultimi due articoli che concluderanno questa serie, trattano, da parte loro, di potenziali Quickwin, capacità su un mano, tecnologica dall'altra, in grado di fornire...

Leggi l'articolo

LPM 2023: La Marina francese affronta la sfida indo-pacifica

Interrogato il 27 luglio dai deputati del Comitato di difesa dell'Assemblea nazionale, l'ammiraglio Pierre ha ripetuto ciò che non ha smesso di dire dalla sua nomina a Capo di Stato Maggiore della Marina Nazionale nel settembre 2020. "Il massiccio riarmo osservato nel mondo renderà il mare una zona di conflitto negli anni a venire”. Infatti, in pochi anni, la Marina francese è passata da un atteggiamento di pace, certa che la migliore difesa a disposizione delle sue navi fosse la bandiera che battono, a una preparazione attiva per impegni di alta o addirittura altissima intensità. Il fatto è,…

Leggi l'articolo

LPM 2023: La Francia dovrà abbandonare il suo "Esercito globale"?

“Un esercito di campioni”. Questa frase è stata usata in molte occasioni per definire gli eserciti francesi e le loro capacità. Tuttavia, non è affatto rilevante, perché suggerisce che tutti i suoi componenti sono stati sottodimensionati al di sotto di una soglia che ne garantisce l'efficacia. Se è vero che 200 carri armati Leclerc e 77 cannoni CAESAR non sono sufficienti per intraprendere un grande conflitto in condizioni accettabili, altre capacità, nel campo delle forze aeree, navali o di proiezione, sono da parte loro dimensionate per rispondere alle esigenze. Quanto alla deterrenza francese, se può sembrare insufficientemente dotata di fronte a...

Leggi l'articolo

Il futuro drone stealth di bordo turco umilierà l'industria aeronautica europea della difesa?

A seguito dell'intervento militare nel nord della Siria, del supporto militare di una delle fazioni nel conflitto libico, e soprattutto dell'acquisizione di una batteria antiaerea S-400 dalla Russia, l'industria della difesa turca, in forte espansione fino al 2019, ha subito un grave battuta d'arresto a seguito delle sanzioni imposte dagli europei e soprattutto dagli americani in merito all'esportazione di tecnologie per la difesa. Ma se alcuni programmi, come il carro pesante Altay o l'aereo da combattimento TFX sono stati molto ostacolati da queste misure, è un'area in cui l'industria della difesa turca ha continuato a svilupparsi e a ottenere significativi successi commerciali,...

Leggi l'articolo

LPM 2023: è possibile una seconda portaerei per la Marina francese?

Se c'è un argomento divisivo sia a livello di stato maggiore che di classe politica in Francia, è la questione della portaerei. La situazione è però paradossale, visto che ci sono solo due Marine sul pianeta con portaerei a propulsione nucleare, che sono inoltre dotate di catapulte e scaricatori che consentono loro di dispiegare un'ampia gamma di dispositivi. Come per le altre marine, devono accontentarsi di portaerei o portaerei armate di velivoli a decollo corto o verticale come l'F-35 e l'Harrier, o in grado di impiegare un trampolino di lancio come il Mig-29 o il D -15, fatto questo a scapito del carico...

Leggi l'articolo

Non sorprende che il programma della portaerei sudcoreana CVX dovrebbe scomparire dal budget 2023

Nel 2019, su iniziativa del governo del presidente Moon Jae-in, la Marina sudcoreana ha annunciato l'intenzione di dotarsi, come il Giappone, della trasformazione dei cacciatorpediniere portaelicotteri classe Izumo in portaerei in grado di implementare la F. -35B con decollo e atterraggio verticale o corto, portaerei leggere, inizialmente sotto forma di due LHD da 30.000 tonnellate adattate a questa missione, poi, un anno dopo, sotto forma di una portaerei leggera da 40.000 tonnellate in grado di ospitare fino a 20 aerei da combattimento. Nel luglio 2020, le autorità sudcoreane hanno annunciato che l'ultimo ordine pianificato di F-35, per raggiungere ...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE