Rafale, Caesar, FDI, Scorpene...: quali sono questi articoli di equipaggiamento per la difesa francese che esportano così bene oggi?

L'acquisizione di ordini per le esportazioni francesi di attrezzature per la difesa ha raggiunto 11,7 miliardi di euro nel 2021, il terzo miglior anno mai registrato da questo settore, mentre il 2022 promette di essere l'anno di tutti i record, più di 20 miliardi di euro, in particolare per l'ordine di 80 Rafale aerei degli Emirati Arabi Uniti per oltre 14 miliardi di euro. Dal 1950, infatti, la Francia si è evoluta tra il 3° ed il 4° posto nella classifica mondiale degli esportatori di armi, dietro a Stati Uniti, Unione Sovietica/Russia, e in questo settore alla pari della Gran Bretagna. Le esportazioni francesi oggi rappresentano più di...

Leggi l'articolo

Gli Stati Uniti si opporranno alla vendita di missili antibalistici israeliani Arrow 3 alla Germania?

Appena pochi giorni fa, a seguito del discorso di Praga del cancelliere Olaf Scholz a Praga, che d'ora in poi si sta affermando come il fondatore della strategia tedesca in termini di difesa europea, le autorità tedesche hanno confermato l'intenzione di ordinare l'Arrow 3 anti-israeliano missili balistici a costituire il suo scudo antimissilistico e, di conseguenza, quello dei paesi europei che aderiranno all'iniziativa proposta da Berlino. Se questo annuncio ha fatto rabbrividire Parigi e Roma, che insieme stanno sviluppando il missile antibalistico tutto europeo Aster 1NT, non ha provocato alcuna reazione ufficiale da parte di Washington. È proprio questa assenza di...

Leggi l'articolo

Arrow 3, KF-51 Panther, F-35..: la Germania volta le spalle alla Francia senza dirlo

Da diversi mesi i programmi di cooperazione industriale della difesa franco-tedesca soffrono di una profonda divergenza industriale, come nel caso dell'opposizione tra Dassault Aviation e Airbus DS nel campo della nuova generazione SCAF del programma di aerei da combattimento, o tra Nexter e Rheinmetall in quello del programma di carri armati del futuro MGCS. Inoltre, Berlino ha preso le distanze o addirittura si è ritirata da certe collaborazioni, come il programma di velivoli da pattugliamento marittimo MAWS affondato dall'acquisizione dell'americano P-8A Poseidons, il programma per l'evoluzione dell'elicottero da combattimento Tiger 3 che sarà prodotto solo da Parigi e Madrid (ma a cui il...

Leggi l'articolo

LPM 2023: una traiettoria già tracciata per l'Air and Space Force?

Durante gli anni 2000 e fino al 2015, l'Aeronautica Militare francese, che da allora è diventata l'Aeronautica Militare e Spaziale, è stata in gran parte privilegiata, e talvolta invidiata, rispetto agli altri eserciti. Di fatto, ha catturato, da solo, quasi la metà dei crediti per equipaggiamenti dedicati ai Programmi con effetti maggiori, costringendo sia l'Esercito che la Marina a rivedere alcuni dei loro programmi riducendone i volumi e dispiegando i calendari. Questa situazione non era tanto dovuta alla preferenza del governo oa una forma di lobbying, quanto a forti vincoli industriali. Infatti, era allora necessario per mantenere in attività...

Leggi l'articolo

La Germania vuole una difesa antiaerea europea integrata, ma senza la Francia...

È passato molto tempo da quando Emmanuel Macron e Angela Merkel hanno ripetuto più e più volte i vantaggi della cooperazione franco-tedesca per costruire "l'Europa della Difesa", e che tutti i soggetti sono stati considerati nello spettro di questa cooperazione, anche quando era né adatto né efficace. Oggi, la maggior parte dei programmi di co-sviluppo dell'equipaggiamento di difesa franco-tedesco, come SCAF, MGCS, MAWS o CIFS, sono fermi o gravemente ostacolati, quando non vengono abbandonati puramente e semplicemente come Tiger III dalla parte tedesca. Quello che potrebbe apparire come l'emergere di differenze tecniche che ostacolano il progresso di questi programmi industriali, potrebbe in realtà essere...

Leggi l'articolo

La Polonia continua a escludere le offerte europee dai suoi contratti di armi

Dall'annullamento del contratto elicotteristico Caracal annunciato nel 2016 per rivolgersi a elicotteri di fabbricazione americana, Varsavia ha mostrato una netta preferenza per l'equipaggiamento americano, con l'ordine di 2 batterie antiaeree e antimissilistiche Patriot PAC3 nel 2018, 20 HIMARS sistemi a lancio multiplo di razzi, 185 missili anticarro Javelin e 32 cacciabombardieri F-35A nel 2019 e, più recentemente, 250 carri armati pesanti M1A2 Abrams nel 2021. In molti casi sono stati proposti equipaggiamenti equivalenti o addirittura superiori di fattura europea (Rafale/Typhoon /Gripen, missili MMP/EuroSpike, sistema SAMP/T Mamba e carri armati Leopard 2A7), senza potersi imporre alle offerte americane.…

Leggi l'articolo

L'artiglieria antiaerea sta tornando ad essere un'alternativa credibile?

Durante la guerra del Vietnam, le forze armate americane persero quasi 3.750 aerei e 5.600 elicotteri. Mentre i caccia e i missili nordvietnamiti hanno giocato un ruolo decisivo, insieme hanno abbattuto solo il 15% degli aerei persi dagli Stati Uniti, mentre gli incidenti hanno rappresentato il 25% delle perdite registrate. Il restante 60% proveniva dall'artiglieria antiaerea del Vietnam del Nord, che rappresentò la più grande minaccia per gli aerei americani durante la guerra. Economiche da acquisire e relativamente semplici da implementare, le batterie antiaeree di fattura sovietica e cinese implementate dal solo Vietnam del Nord abbatterono il 45% degli aerei...

Leggi l'articolo

Dopo il Giappone, la Corea del Sud sceglie l'americano SM-6 per contrastare la minaccia ipersonica

Mentre gli occhi del mondo rimangono puntati sulla guerra in Ucraina, le tensioni nel teatro del Pacifico rimangono molto alte e le principali nazioni coinvolte stanno raddoppiando i loro investimenti e innovazione nel tentativo di avere il sopravvento sui loro potenziali avversari. Così, negli ultimi mesi, le due Coree si sono impegnate in un tiro alla fune sulle rispettive capacità di attacco a lungo raggio, dimostrando successivamente l'efficacia dei loro nuovi missili balistici e da crociera, mentre la Cina ha anche implementato nuove capacità in questo settore, tra cui armi a traiettoria ipersoniche e semibalistiche. Quelli…

Leggi l'articolo

La DARPA ha testato con successo un secondo modello di missile da crociera ipersonico

Quando nel marzo 2018 Vladimir Putin annunciò che il missile balistico ipersonico aviotrasportato Kinzhal sarebbe presto entrato in servizio, tutte le forze armate occidentali compresero che questa nuova tecnologia sarebbe diventata rapidamente un imperativo operativo e che in quest'area l'avevano lasciata alla Russia, ma anche alla Cina, che l'anno successivo presentò il proprio missile ipersonico DF17, un progresso decisamente troppo grande. Se gli europei, come al solito, hanno reagito con la velocità di un cetriolo di mare, i giapponesi, gli australiani, i sudcoreani e soprattutto gli Stati Uniti hanno reagito con rapidità e determinazione, attuando rapidamente programmi volti ad acquisirne il maggior numero rapidamente possibile di questo tipo di armamento. lun...

Leggi l'articolo

La Turchia è nuovamente interessata al sistema antiaereo e antimissilistico franco-italiano SAMP/T

Le relazioni tra l'Europa, e in particolare la Francia, e la Turchia sono state tumultuose negli ultimi anni, per non dire altro. Tra l'intervento turco nel nord della Siria contro gli alleati curdi di Francia e Stati Uniti, il supporto militare fornito da Ankara al regime di Tripoli in Libia, e le tensioni nel Mediterraneo orientale, nel Mar Egeo e intorno a Cipro, i punti di gli attriti tra Ankara e Parigi non sono mancati, ei rapporti tra i due Paesi, come tra i due capi di Stato, erano diventati molto difficili. Allo stesso tempo, la decisione turca di acquisire il sistema antiaereo a...

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE