La pistola Caesar è un incubo, dicono gli artiglieri russi

Qualunque cosa si possa dire, gli eserciti occidentali non hanno sperimentato, dai tempi della guerra di Corea, veri e propri scontri ad alta intensità e a lungo termine. In quanto tale, la Guerra del Golfo del 1991, spesso addotta per giustificare gli arbitrati compiuti dall’Occidente in termini di eserciti, equipaggiamenti e dottrine, è stata troppo breve e troppo specifica per trarne conclusioni reali.

In questo contesto, la guerra in Ucraina, dal febbraio 2022, è un’opportunità, per gli stessi eserciti occidentali, di confrontare i loro equipaggiamenti e, in un certo senso, le loro dottrine, con la realtà. Questa è stata l'occasione per rivisitare alcune certezze, in particolare riguardo alla presunta efficacia relativa dell'equipaggiamento occidentale rispetto al più rustico equipaggiamento russo.

Questa guerra dimostrò anche il ruolo decisivo dell'artiglieria in questo tipo di conflitti. In questo ambito i nuovi sistemi europei, dotati di tubo calibro 52 e sistemi di mira più avanzati, hanno dimostrato la loro grande efficacia, rispetto alle apparecchiature russe, ma anche alle meno efficienti apparecchiature americane o britanniche.

Il cannone di Cesare montato su camion, di design francese, brilla particolarmente in questo conflitto. Un tempo considerato troppo leggero e non sufficientemente protetto, rispetto all'arciere svedese, o meno mobile su terreni difficili, rispetto al Pzh2000 tedesco, quest'ultimo ha dimostrato, in più occasioni, tutta l'efficacia della sua concezione.

Tuttavia, se gli ucraini hanno talvolta inviato messaggi contraddittori su questo sistema, una recente intervista online, su Telegram, con gli artiglieri russi, mostra che è, oggi, il sistema più temuto e quello che li ferisce di più.

Messaggi a volte contraddittori riguardanti il ​​cannone Caesar provenienti dall'Ucraina

Oggi gli eserciti ucraini schierano una cinquantina di Caesar, di cui 19 nella versione 8×8 fornita dalla Danimarca, e 32 nella versione 6×6 fornita dalla Francia. Questi dovrebbero ricevere, nel 2024, 78 nuovi Caesar 6×6, finanziati congiuntamente da Parigi, Copenaghen e Kiev.

Cannone M-777 Ucraina
Le forze ucraine hanno perso più della metà dei cannoni M777 consegnati dagli Stati Uniti, rispetto a meno del 15% dei cannoni Caesar.

Tuttavia, i messaggi riguardanti l'efficacia in combattimento del Caesar da parte degli eserciti ucraini sono stati occasionalmente contraddittori. Qualche mese fa, ha spiegato un artigliere ucraino ai giornalisti francesi, che il cannone da traino americano M777 era più efficace, perché poteva essere più facilmente occultato, e in questo modo resistere agli attacchi dei droni, e perché era troppo complesso da usare e manutenere.

I fatti però non gli hanno dato ragione, soprattutto se si confrontano le perdite tra i due sistemi. E queste dichiarazioni avevano indotto anche il Ministero della Difesa ucraino a pubblicarle una dichiarazione per contraddire il colonnello Yan Iatsychen, comandante della 56a brigata di fanteria motorizzata, ed esprime la sua piena soddisfazione nei confronti di CAESAR.

Pochi giorni fa, Alexander Zavitnevych, presidente della commissione per la sicurezza nazionale, la difesa e l’intelligence del parlamento ucraino, la Rada, aveva lodato Cesare, in particolare nelle mani degli artiglieri della 55a brigata di artiglieria, allora incaricata di proteggere il teatro Zaporozhye.

Tuttavia, ha chiarito che si incontrano difficoltà per quanto riguarda il mantenimento in condizioni operative (MCO), difficoltà sulla quale KNDS-Francia e le autorità ucraine stanno lavorando attivamente. Allo stesso tempo, ha indicato che la mobilità del cannone francese era compromessa durante i periodi di forti piogge, in primavera e in autunno.

La testimonianza di un'artiglieria russa sull'evoluzione dell'artiglieria ucraina

Su questi temi, l’intervista agli artiglieri russi, condotta dai colleghi miblogger, fornisce una visione complementare e molto illuminante sulla percezione riguardo all’efficacia dell’artiglieria ucraina, ma anche quella del Caesar francese.

01arma ucraina 01 lqgz videoSixteenByNine3000 v2 Artiglieria | Notizie sulla difesa | Cannone trasportato
Molto efficiente, il Pzh2000 tedesco è anche molto più costoso di un Caesar, rendendo impossibile raggiungere una massa critica effettiva sulla linea di ingaggio.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Artiglieria | Notizie sulla difesa | Cannone trasportato

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

3 Commenti

  1. Bonjour Fabrice,

    Nel mondo ho letto che Germania e Inghilterra hanno un progetto comune per sviluppare obici gommati telecomandati di calibro 155 millimetri che saranno montati sui veicoli blindati Boxer. Da un lato farà concorrenza al Cesare? D'altra parte, la Francia ha forse preso la misura dell'offensiva tedesca che, dall'avvento di Scholz al potere, mira a fare della Germania la potenza dominante europea senza condividere con la Francia? Un'offensiva che non si vedeva dalla Seconda Guerra Mondiale, nessun gioco di parole.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli