Gli Aster 30 dell'Alsazia abbattono 3 missili balistici Houthi ed entrano in una categoria tutta nuova

Nonostante le notevoli prestazioni durante i test, il missile Aster 30, e il suo fratello minore Aster 15, progettato e prodotto da MBDA, hanno sempre faticato a vincere contro i missili americani, come l'SM-2 e l'ESSM nella versione navale, o il Patriot per la versione terrestre.

Molti dubitavano, infatti, delle prestazioni di combattimento del missile, in particolare contro bersagli veloci ed in evoluzione, o contro i missili balistici. Negli ultimi anni, infatti, sono state le americane Patriot ed ESSM, e la tedesca Iris-T SLM, a fare la parte del leone nelle acquisizioni europee.

Ma le cose potrebbero cambiare nei mesi e negli anni a venire. Infatti, non solo la famiglia Aster ha dimostrato, nel Mar Rosso, la sua grande efficienza e affidabilità contro i droni e i missili da crociera Houthi, ma sarebbe riuscita ad abbattere tre missili balistici antinave lanciati contemporaneamente contro il convoglio di navi commerciali scortate dalla fregata francese Alsace, proiettando l'Aster 30 in una categoria completamente diversa, quella dei missili antibalistici la cui efficacia è stata testata in combattimento, e in che modo!

3 Aster 30 per 3 missili balistici antinave Houthi

La mattina del 21 marzo, mentre scortava navi commerciali lungo la costa yemenita nel Mar Rosso, la fregata di difesa aerea francese Alsace ha rilevato tre missili balistici diretti verso di essa. La nave avrebbe lanciato missili Aster 30, uno per bersaglio, per intercettarli. I missili colpiscono il bersaglio, distruggendo le minacce.

Video dell'intercettazione missilistica Houthi.

Presentate in questo modo, le informazioni possono sembrare quasi banali. Tuttavia, è lungi dall’essere così. Infatti, intercettare un missile balistico è un compito particolarmente difficile e complesso, che richiede contemporaneamente la disponibilità di mezzi di rilevamento e di guida adeguati, l’intercettore necessario, operatori addestrati e una certa dose di fortuna. Questo è il motivo per cui, oggi, pochissime forze armate hanno effettivamente questa capacità, e ancora meno Marines.

Ma l'impresa dell'Alsazia non si limita ad unirsi a questo club molto esclusivo di navi con capacità ABM (per missili anti-balistici). In effetti, la nave francese riuscì a ingaggiare tre missili balistici quasi contemporaneamente e a distruggerli tutti con un numero limitato di missili.

Aster 30 colpi ABM Alsazia
Foto scattata da una delle navi scortate dall'Alsazia, che mostra la fregata francese e le tre trame di lancio dei suoi missili Aster 30. Sembra, quindi, che siano stati utilizzati solo tre missili.

Per vedere l'impresa, possiamo guardare il video qui sotto, che mostra un sistema Patriota ucraino alle prese con missili balistici russi vicino a Kiev. È normale, infatti, lanciare più missili per intercettare un missile balistico, anche quando non ha le capacità di manovra e di contromisura dei missili balistici russi come l'Iskander.

Per contrastare i missili balistici, il sistema Patriot generalmente lancia diversi missili per bersaglio, come qui a Kiev.

Pertanto, non mancheremo di sorprenderci, dopo questa vistosa dimostrazione di efficienza, che il SAMP/T, l’Aster 15/30 e il Block 1/NT non siano nativamente integrati nel programma European Sky. si sono rivelati efficaci, forse molto più del Patriot americano, o anche del tedesco Iris-T SLM.

Attacchi combinati Houthi sempre più densi e complessi


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Flotta di superficie | Notizie sulla difesa | Alleanze militari

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

3 Commenti

  1. Ottimo articolo, grazie mille per il riassunto. Aspettiamo infatti maggiori informazioni per avere spiegazioni chiare e precise su questo intervento. Ciò rimane impressionante e rassicurante! Altre marine nella regione hanno affrontato altri missili balistici? (Marina americana?)

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli