La deterrenza britannica registra il secondo fallimento consecutivo, nel peggiore dei casi

Come è consuetudine, per dare credibilità alla posizione di deterrenza britannica, il 30 gennaio 2024, il sottomarino britannico con missili balistici nucleari HMS Vanguard, ha lanciato, per esercitazione, un missile strategico SLBM Trident 2 D5, al largo della costa della Florida. Si trattava di percorrere diverse migliaia di chilometri prima di colpire un'area specifica dell'Atlantico meridionale, precedentemente protetta.

Sfortunatamente per Londra e per il Segretario alla Difesa, che era a bordo del sottomarino, questo colpo si concluse rapidamente con un clamoroso fallimento, poiché il missile colpì l'acqua dopo solo poche centinaia di metri. Peggio ancora, si tratta del secondo fallimento consecutivo, riguardante il lancio di un missile Trident da parte di un sottomarino britannico.

Secondo fallimento consecutivo per il lancio dimostrativo di un missile Trident SLBM da parte di un sottomarino britannico

Dopo il fallimento del precedente lancio, avvenuto nel 2016, il successo del lancio di prova del missile SLBM Trident 2 D5 il 30 gennaio ha avuto un carattere tanto più strategico, poiché le tensioni con la Russia non hanno smesso di crescere negli ultimi mesi.

Infatti, l'HMS Vanguard, il sottomarino nucleare SSBN con missili balistici nucleari, una nave di 150 metri e 13 tonnellate, che trasporta 000 missili Trident SLBM e che costituisce, con le altre tre navi della classe, la spina dorsale della deterrenza britannica, ha accolto Grant Shapps , Segretario della Difesa, e il Capo di Stato Maggiore della Regia Marina, per l'occasione.

Il deterrente britannico HMS Vanguard
L'SSBN HMS Vanguard è uno dei quattro sottomarini missilistici nucleari che garantiscono la posizione di deterrenza britannica. Verrà sostituita, negli anni a venire, dalla nuova HMS Dreadnaught, la prima nave dell'omonima classe.

Come accennato nell’introduzione, il test è stato un pietoso fallimento. Lanciato da una profondità di tiro di 44 piedi, il missile completò con successo la fase di cambio medio, ma un problema al propellente lo fece deviare immediatamente dalla sua traiettoria, precipitando in mare a poche decine di metri dalla nave, che non venne danneggiata dai detriti. , secondo la Royal Navy.

L’area, al largo della costa americana della Florida, è stata resa opaca naturalmente, per consentire alla Marina americana di recuperare il missile da 17 milioni di sterline, carico di tecnologia altamente riservata. Ricordiamo, infatti, che la Gran Bretagna utilizza a bordo dei suoi SSBN gli stessi missili della Marina americana, anche se solo Londra ha la capacità di armare le testate nucleari e di designare gli obiettivi per i missili stessi.

Fallimenti che ostacoleranno la deterrenza britannica contro Mosca

Come era prevedibile, il Ministero della Difesa britannico è arrivato subito a minimizzare le conseguenze di questo fallimento, spiegando in particolare, in maniera poco convincente, che se lo sparo fosse stato reale, sarebbe avvenuto senza intoppi. "Il deterrente britannico rimane sicuro, protetto ed efficace", ha affermato il Ministero della Difesa nella sua dichiarazione.

SSBN Borei Russia
La Marina russa prevede di avere 12 SSBN di classe Borei e Borei-A entro la fine del decennio, in un importante sforzo della sua triade nucleare.

Tuttavia, qualunque cosa dicano le autorità britanniche, questo fallimento indebolisce significativamente la credibilità della deterrenza britannica, soprattutto perché Londra dispone solo di questo unico vettore sottomarino per sostenere la sua posizione nucleare, avendo rinunciato 30 anni fa alla componente aerea, in un contesto di vincoli di bilancio.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità.

Meta-Defense festeggia il suo 5° anniversario!

LOGO meta difesa 114 Forze deterrenti | Notizie sulla difesa | Missili balistici

- 20% sul tuo abbonamento Classic o Premium, con il codice Metanniv24

Offerta valida dal 10 al 20 maggio per la sottoscrizione online di un nuovo abbonamento Classic o Premium, annuale o settimanale sul sito di Meta-Defense.


Per ulteriori

2 Commenti

  1. Sembra che nell'articolo siano presenti informazioni errate.
    La profondità di immersione del sottomarino viene misurata in relazione alla sua chiglia.
    Con una larghezza di 12,9 metri e un pescaggio di 12 metri, un tiro effettuato a 44 piedi (13,4 metri) equivale a effettuare un tiro in superficie, cosa impossibile... o garanzia di fallimento.
    Probabile immersione di circa 25 metri con 44 piedi d'acqua sopra i silos e cima di una montagna a circa 5 metri dalla superficie!!!
    Informazioni che richiedono qualche chiarimento, credo.

    • Grazie. È molto sensato. Questo era quanto indicato nell'articolo del Sun, ma tolgo la profondità che sembra, in effetti, dubbia. Forse manca uno zero, o forse è una bracciata (rana) che darebbe una profondità di circa 80 metri. Mi sembra che gli inglesi utilizzino ancora questo riferimento per la profondità.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli