L’Italia aderisce e rafforza il programma MGCS, a costo di una piccola umiliazione per la Francia

Il gruppo KNDS e l'italiana Leonardo hanno annunciato la firma di una partnership strategica che segna l'ingresso di Roma nel programma MGCS, e la futura acquisizione di Leopard 2A8 da parte dell'Italia. Ma, mentre la Francia aveva lasciato intendere, qualche mese fa, di essere pronta alla resa dei conti con Berlino per integrare l’Italia in questo difficile programma, è Berlino, e non Parigi, a presentarsi come il partner chiave di Roma in questa realizzazione.

Quando la Francia voleva imporre l’Italia nel programma MGCS

A fine agosto 2023 scade il programma MGCS, che dovrebbe consentire la sostituzione dei serbatoi Leopard 2 tedeschi e il francese Leclerc, era stato oggetto di numerose preoccupazioni, le indiscrezioni, rese dalle autorità francesi ad alcuni giornalisti specializzati, avevano indotto a ritenere che La Francia si preparava ad avviare uno stallo con Berlino, per consentire all’Italia di aderire al programma.

Si trattava allora, per la Francia, di riequilibrare i rapporti di forza industriali all’interno di questo programma rimasto in stasi per 3 anni, destabilizzato com’era dall’arrivo di Rheinmetall nel 2019, e dall’atteggiamento ambiguo dell’industriale tedesco da allora. Inoltre, la Germania venne poi presentata, da queste stesse fonti, come la forza che si opponeva a questa possibilità, proprio perché l’industria d’oltre Reno potesse mantenere il controllo nazionale.

Leopard 2A8
L'Italia ordinerà 125 carri armati Leopard 2A8 con KNDS, con una significativa componente industriale.

Sebbene credibile, questa ipotesi è stata però solo scarsamente supportata dai fatti, e in particolare dall'assenza di prese di posizione pubbliche al riguardo, da parte delle autorità francesi, né da parte del Ministro delle Forze Armate, Sébastien Lecornu. Pochi giorni dopo, all'inizio di settembre, la credibilità di questa informazione venne danneggiata Germania, Spagna, Svezia e soprattutto Italia hanno annunciato un impegno comune in un programma di studio europeo riguardante, appunto, il futuro dei carri armati da battaglia.

D'altronde la Roma aveva reso pubblica, già a luglio, l'intenzione di acquisirne 125 Leopard 2A8 per sostituire parte dei suoi carri armati C1 Ariete e modernizzare così la sua cavalleria corazzata. Questo annuncio ha poi portato a ipotizzare che l'Italia intendesse utilizzare questo ordine come un sesamo per aderire al programma MGCS.

A questo proposito, alla fine di settembre, Sébastien Lecornu e il suo omologo tedesco Boris Pistoruis, hanno indicato congiuntamente riprendere il controllo di questo programma, per farlo uscire dall'impasse in cui si è trovato. D’altronde non si trattava dell’Italia. Parigi aveva fallito nello scontro con Berlino?

Roma e Leonardo siglano una partnership strategica con Berlino e KNDS per 125 Leopard 2A8 e unisciti al programma MGCS

Ora conosciamo la fine di questa storia, mentre KNDS e Leonardo hanno appena annunciato la firma di una partnership strategica aprendo la strada all’acquisizione della 125 Leopard 2A8 italiani, accompagnato da una significativa componente industriale, ma anche e soprattutto consentendo all’Italia, e al suo maggiore industriale, di aderire al programma MGCS come membro a pieno titolo.

Il comunicato stampa pubblicato da KNDS fornisce pochi dettagli sulla partecipazione dell'Italia e di Leonardo al programma MGCS, nonché sul suo finanziamento. Come accennato in un articolo precedente, non c’è dubbio che questo sconvolgimento consentirà di riorganizzare la condivisione industriale in modo più efficiente e di contenere così le ambizioni appena nascoste di Rheinmetall riguardo al suo KF51 Panther, in alternativa allo stesso MGCS.

C1Ariete
I Leopard I 2A8 italiani sostituiranno parte dei C1 Ariete attualmente in servizio con le unità di cavalleria corazzata italiana.

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 carri armati da battaglia MBT | Notizie sulla difesa | Germania

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli