Nuovo dispiegamento record delle forze aeree cinesi attorno a Taiwan

Solo due anni fa, nella notte del 1° ottobre le forze aeree cinesi stabilirono un nuovo record in quello che sarebbe diventato un lampante indicatore della sua rapida ascesa al potere.

Riuscì quindi a schierare quasi contemporaneamente 38 aerei da combattimento, 18 cacciabombardieri J-16 accompagnati da quattro Su-30, nonché due bombardieri H-6 e un aereo da pattugliamento marittimo Y-8, verso Taiwan. Alcuni avevano attraversato la linea centrale dello stretto, altri aggirando lo spazio aereo dell'isola da sud.

Crescenti dispiegamenti dell’aeronautica cinese intorno a Taiwan

Tuttavia questo record non durò a lungo. Infatti, il giorno successivo, 39 aerei in due formazioni, ovvero 26 J-16, dieci Su-30, due Y-8 e un aereo da sorveglianza aerea KJ-500, hanno volato intorno all'isola. Poi, il 4 ottobre, 34 J-16, 12 H-6, 2 Su-30, 2 Y-8 e 2 KJ-500 stabilirono un nuovo record con 52 aerei.

Da allora, lo schieramento di aerei da combattimento, ma anche di navi della Marina cinese, è diventato quotidiano, con una media, negli ultimi mesi, di 24 aerei e droni, e da 4 a 5 navi, esercitando una pressione costante sulle difese taiwanesi.

Petroliera Y-20U J-20 e J-16
Due aerei cisterna Y-20U accompagnarono uno squadrone di J-16 nella circonvallazione di Taiwan il 18 settembre.

I registri, come quelli, servono a valutare i progressi compiuti dalle forze aeree cinesi, ma anche la loro ascesa nel formato. L’ultimo, fino a ieri, risaliva all’aprile 2023 e aveva mobilitato contemporaneamente ben 91 aerei da combattimento, aerei di supporto e droni a lungo raggio.

I record sono fatti per essere battuti, a quanto pare, anche se nella sostanza è probabile che gli abitanti dell'isola autonoma vedano la cosa con meno entusiasmo.

103 aerei cinesi e 9 navi in ​​giro per Taiwan questo 18 settembre

Tra il 17 e il 18 settembre, infatti, gli eserciti taiwanesi, incaricati di monitorare i cieli e le coste del Paese, hanno rilevato nientemeno che 103 aerei appartenenti all'aeronautica cinese, operanti intorno all'isola, oltre a nove navi della Marina cinese.

Dei 103 aerei rilevati, 10 Su-30, 12 J-10 e 4 J-11 hanno attraversato la linea mediana dello stretto di Taiwan, mentre 12 J-16 accompagnati da 2 KJ-500 e soprattutto due aerei cisterna Y -20U, hanno guidato una missione di bypass a lungo termine nel sud dell'isola.

È proprio questa missione, tradizionalmente affidata a bombardieri H-6 a lungo raggio, e non ad agili e potentemente armati J-16, così come il supporto dei due tanker Y-20U, ad attirare particolarmente l'attenzione in questa nuova dimostrazione di forza.

D-16 H-6
Derivato dal Su-30, il J-16 presenta tuttavia un'elettronica di bordo completamente rinnovata e modernizzata, nonché una vasta gamma di armi aria-aria, aria-terra e aria-superficie.

Solo due anni fa, le forze aeree cinesi non sarebbero state certamente in grado di svolgere alcun tipo di missione, per non parlare di una dimostrazione di forza attorno a Taiwan, tranne l'uso di bombardieri H-6 a lungo raggio.

Tuttavia, ciò costringe le forze armate taiwanesi a far decollare i propri aerei da combattimento e a schierare le proprie navi per seguire la manovra del PLA, come è consuetudine fare, e ad attivare le sue difese costiere.

Questa manovra fornì preziose informazioni alle forze cinesi sulla natura e la posizione del sistema difensivo dell'isola, sfruttando al tempo stesso il potenziale di aerei e navi avversarie.

Il PLA entra a far parte di un club molto esclusivo all'interno delle forze aeree mondiali


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Tensioni Cina vs Taiwan | Analisi della difesa | Aerei da caccia

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli