E-2D Hawkeye, caccia pesanti…: svelato il futuro delle forze aeree polacche

Per finalizzare la trasformazione, le forze aeree polacche sono interessate all'E-2D Hawkeye per la sorveglianza aerea avanzata, nonché all'F-15EX, Typhoon e Boramae per costituire i due squadroni che gli mancano. Tuttavia, queste ambizioni dichiarate devono affrontare vincoli molto reali in termini di budget, risorse umane ed efficienza.

Negli ultimi mesi non è passata settimana senza che le autorità polacche annunciassero l’arrivo di un nuovo importante programma di armamenti. Per modernizzare ed espandere i propri eserciti di fronte alla minaccia russa, Varsavia si è, infatti, impegnata ad aumentare considerevolmente i propri investimenti, puntando a raggiungere uno sforzo di difesa pari al 4% del Pil nei prossimi anni.

Finora la maggior parte degli annunci si è concentrata sulla ricapitalizzazione dell'esercito polacco, con l'acquisizione di 1 carri armati M250A1 Abrams e K2 Black Panther, Sopra 2 veicoli da combattimento di fanteria Borsuk e CBWP.

Riceverà il combattimento aereo polacco 96 elicotteri d'attacco AH64E Apache e 32 AW149, mentre saranno equipaggiati i 27 squadroni di artiglieria polacchi quasi 800 sistemi HIMARS e K239 Chunmoo e altrettanti cannoni semoventi Krab e K155 Thunder da 9 mm.

Nel campo navale, Varsavia avviò la costruzione di Fregate classe Mièçznicke riavviato una nuova versione del programma ORKA acquisire una flotta sottomarina. Nel campo antiaereo, gli eserciti polacchi disporranno di 8 batterie Patriot PAC-3 e 22 batterie antiaeree Pilica+ equipaggiate con il missile CAMM-ER a corto e medio raggio. Anche lo spazio è stato affrontato, con l'ordine da parte della francese Airbus DS per due satelliti militari da ricognizione.

FA-50 Polonia
Il primo degli FA-50 polacchi è stato consegnato poche settimane fa, appena un anno dopo la firma dell'ordine da parte di Varsavia.

Le forze aeree polacche oggi

Paradossalmente, la potenza aerea era stata, fino ad ora, più o meno messa da parte da Varsavia, se non attraverso l’acquisizione di 48 caccia leggeri FA-50 sudcoreani. È vero che questo era l’ambito a cui era stata data priorità in precedenza, in particolare con l’ordine di 32 F-35A Lighting 2 nel 2019, per rafforzare i 48 F-16 C/D ordinati all’inizio degli anni 2010.

Inoltre, Varsavia sa che la forza aerea è senza dubbio il punto di forza della NATO contro la Russia, e che può essere facilmente e rapidamente mobilitata dagli alleati europei in caso di conflitto con Mosca, a differenza delle forze aeree terrestri.

Tuttavia, sembra che Varsavia stia ora valutando la possibilità di portare le sue forze aeree al livello degli sforzi compiuti in campo terrestre e navale. Già qualche settimana fa la Polonia e la Svezia si erano accordate per l'acquisto di due aerei da controllo aereo avanzati Saab 2 usati.

Questi dispositivi, del tipo Awacs, permettono di individuare aerei e missili nemici e di coordinare l'azione dell'aviazione da combattimento e della difesa aerea per contrastarli. Ad oggi, in Europa, solo tre Paesi dispongono di questo tipo di capacità propria: Francia, Gran Bretagna e Svezia.

L'E-2D Hawkeye interessa Varsavia

Tuttavia, la Saab 340 acquistata da Varsavia per 52 milioni di euro rappresenta solo una soluzione di attesa. La Polonia, infatti, si sarebbe impegnata a negoziare, con l’americana Northrop-Grumman, l'acquisizione di E-2D Hawkeye, per garantire questa missione nel futuro.

E-2D Hawkeye rifornito di carburante in volo da un MQ-25 Stingray
Una delle principali evoluzioni dell'E-2D Hawkeye consente il rifornimento in volo, qui da un drone MQ-25 Stingray

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Superiorità aerea | Alleanze militari | Analisi della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

1 COMMENTO

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli