I ricercatori britannici dimostrano l'efficacia degli investimenti nell'industria della difesa

Non appena si tratta di investimenti per la difesa, e più in particolare l'acquisizione di attrezzature militari, è comune vedere l'opposizione nel discorso pubblico agli investimenti statali in questo campo rispetto alle esigenze in altri campi, il più delle volte istruzione, salute o lotta alla povertà.

In questi altri ambiti, infatti, l'investimento industriale nella difesa è talvolta percepito come una carenza, tanto più pressante in quanto assume una dimensione immediata in gran parte dell'opinione pubblica, mentre le questioni della difesa sono ormai spesso lontane dalle sue preoccupazioni.

Dal 2017, il lavoro svolto in Francia attorno al programma Socle Défense e l'approccio economico Difesa con valutazione positiva", tenta di portare un punto di vista diverso, in particolare a livello di decisori politici, mettendo in prospettiva, in un paese come la Francia, le spese statali nell'industria della difesa e i ritorni economici che generano, in particolare per il bilancio dello Stato, valutando le entrate fiscali e previdenziali che derivano da questi investimenti e che di fatto vengono ad alleggerire il peso di questo investimento.

Purtroppo, anche se l'argomento ha interessato diversi deputati sensibili alle questioni della difesa, questo approccio non ha portato, in senso stretto, a un cambiamento di dottrina in questo campo in Francia, nonostante il paese meglio posizionato in Europa con la sua difesa globale, debolmente esposto a importazioni e delocalizzazione e forte esportazione.

Tempest Bae System GCAP e1679568478376 Tessuto industriale di difesa BITD | Filiera della subfornitura industriale della difesa | Difesa flash
Dal suo lancio nel 2018, il British Global Combat Air Program o GCAP è stato oggetto di a costante e metodico studio economico e industriale da BAe e dal Ministero della Difesa britannico

Mais un rapporto pubblicato da ricercatori britannici dell'Università di Oxford, potrebbe forse portare questi stessi decisori a maggiori considerazioni rispetto a questo approccio. Gli accademici hanno infatti svolto uno studio esaustivo sull'impatto per l'economia britannica della società BAe Systems, la più grande azienda aeronautica e della difesa del Paese al centro del nuovo programma GCAP, e più in particolare degli investimenti della britannica stato nel campo dell'aeronautica militare attorno ai programmi Eurofighter e Tempest.

Infatti, al di là di una profusione di cifre sugli investimenti realizzati, sui posti di lavoro creati o sullo sforzo sostenuto dall'azienda in termini di formazione, alcuni valori chiave consentono di consolidare il ragionamento su cui si basa la dimostrazione del ritorno di bilancio francese .

Pertanto, i ricercatori stimano che l'attività industriale ed economica di BAe alimenti ogni anno 132.000 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno in Gran Bretagna, mentre l'azienda stessa ha solo 49.000 dipendenti.


C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Metadefense Logo 93x93 2 Tessuto industriale difesa BITD | Filiera di subfornitura industriale della difesa | Difesa Flash

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

1 COMMENTO

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli