Romania, Filippine, Argentina, Indonesia…: il sottomarino Scorpene di Naval Group in breve finale in diversi paesi

Il 2023 sarà l'anno del sottomarino Scorpene? Si può pensare di sì, visto che la nave del gruppo Navale è in finale breve in almeno 5 gare internazionali.

In aeronautica, il termine "finale" designa la traiettoria di un aeromobile una volta allineato con la pista, scie di condensazione (carrello di atterraggio e flaps) estese e su un percorso di planata che porta all'atterraggio. Il "breve finale", invece, si riferisce ai pochi secondi prima del touchdown, quando l'atterraggio è, per così dire, inevitabile.

Questo termine è infatti perfettamente adatto a descrivere la situazione in cui si trova oggi il sottomarino convenzionale Scorpene di Naval Group in diverse competizioni internazionali, in Romania, Filippine, Indonesia e Argentina, con significative possibilità che una o più di queste marine scelgano il sommergibile francese nelle settimane o nei mesi a venire per modernizzare le loro capacità subacquee.

Inizialmente concepito in un progetto congiunto tra la francese DCNS e la spagnola Navantia per la sostituzione dei sottomarini Agosta della Marina spagnola, il programma si è diviso sullo sfondo delle accuse di furto di proprietà intellettuale a metà degli anni 2000 tra i due produttori europei , per dare lo Scorpene del Gruppo Navale da un lato, e l'S-80 spagnolo dall'altro.

Il modello Scorpene in realtà è composto da diverse navi da 60 a 82 metri di lunghezza e un dislocamento da 1600 a 1800 tonnellate in superficie. Ad oggi è stato ordinato in 14 esemplari da 4 Marines, Cile per due unità entrate in servizio nel 2005 e 2006, Malaysia per ancora due unità entrate in servizio nel 2009, India per 6 navi della classe Kalvari entrate in servizio tra il 2017 e il 2024, e Brasile per 4 edifici, di cui il primo entrato in servizio nel 2022, e gli altri 3 entreranno in servizio entro il 2025.

Flotta sottomarina classe Kalvari | Propulsione indipendente dall'aria AIP | Analisi della difesa
Naval Group ha dimostrato in India e Brasile la sua capacità di supportare le industrie locali nella produzione di sottomarini Scorpene con gli standard qualitativi richiesti

Oltre alle prestazioni apprezzate dalle marine che operano su queste navi e alla possibilità di implementare alcune capacità rare come il missile antinave a cambio medio SM39 Exocet, lo Scorpene ha anche consentito a Naval Group di dimostrare la sua padronanza della costruzione locale e trasferimenti di tecnologia, in particolare in India e Brasile.

Oggi, infatti, lo Scorpene flirta con il record di export per sommergibili nella storia del Gruppo Navale con i 15 sommergibili classe Daphne esportati tra il 1967 e il 1975 in Spagna, Portogallo, Pakistan e Sud Africa.

Tuttavia, contrariamente a questa classe ma anche ai concorrenti internazionali del Gruppo Navale, lo Scorpene soffre di un grave handicap, perché non è mai stato ordinato dalla Marina francese che implementa una flotta di sottomarini composta esclusivamente da edifici a propulsione nucleare. Comunque sia, il record di Daphne potrebbe presto andare in frantumi.

In Romania prima, dopo che il ministero della Difesa ha avviato lo scorso aprile l'iter legislativo finalizzato autorizzare un investimento di oltre 100 milioni di dollari sulla legge finanziaria per la difesa del 2023, proprio per l'avvio di un programma per la costruzione di 2 o 3 sottomarini in sostituzione del suo unico sommergibile, il Delfinul, modello sovietico Kilo entrato in servizio nel 1985, che oggi non è più adatto alla navigazione ed è solo utilizzato a fini di formazione per mantenere determinate abilità.

Se lo Scorpene e il Gruppo Navale non sono citati per nome nell'iter parlamentare, ciò si basa comunque su trattative avviate diversi anni fa tra Bucarest e Gruppo Navale. considerato molto avanzato attraverso varie indiscrezioni rumene e francesi su questo argomento.

Va notato che questo nuovo programma potrebbe anche consentire di sbloccare la costruzione di 4 corvette antisommergibile Gowind 2500 attribuite a Naval Group nel 2019, e da allora invischiato in un disaccordo tra il cantiere rumeno che dovrebbe costruire le navi e Naval Gruppo che deve effettuare trasferimenti di tecnologia ma anche assumersi la responsabilità della conformità delle 4 navi.

Gruppo navale egiziano Corvette Gowind2500 Sottomarini | Propulsione indipendente dall'aria AIP | Analisi della difesa
Il programma per la costruzione di 4 corvette Gowin 2500 potrebbe sfruttare la dinamica Scorpene per uscire dal solco in cui si trova da 3 anni

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Flotta sottomarina | Propulsione indipendente dall'aria AIP | Analisi della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

4 Commenti

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli