Dopo gli aerei di supporto, anche i caccia americani dovranno evolversi profondamente negli anni a venire.

- Pubblicità -

Come ogni anno alla stessa ora, la stampa specializzata della difesa Usa non è mancata in questi giorni di argomenti da trattare. Infatti, è a marzo che iniziano le audizioni parlamentari in vista della preparazione del prossimo bilancio delle forze armate, in questo caso il bilancio 2024 che entrerà in vigore nell'autunno del 2023. A causa dell'organizzazione politica del finanziamento della difesa sforzo dall'altra parte dell'Atlantico, il Congresso ha l'ultima parola sull'argomento ben oltre la dotazione complessiva richiesta dall'esecutivo, i dibattiti che preparano questo bilancio sono generalmente molto precisi e tecnici. Tuttavia, sono anche un'opportunità per i militari di far valere con precisione le proprie aspettative, sia di fronte all'esecutivo che di fronte ai pregiudizi analitici di senatori e rappresentanti che a volte sono più preoccupati delle ricadute economiche dell'investimento federale che di la reale efficacia dei loro eserciti.

È nell'ambito di questa comunicazione di influenza che, da alcuni giorni, sono filtrate alla stampa informazioni su una profonda trasformazione dell'intera pianificazione dell'aeronautica americana. Ecco come sono stati approcciati alcuni programmi di supporto, sia che si tratti della sostituzione dei 32 velivoli di sorveglianza aerea avanzata E-3 Sentry con 26 E-7A Wedgetail, sia che si tratti della volontà espressa dalla US Air Force di annullare la competizione KCy che doveva consentire l'acquisizione di un secondo lotto di 160 velivoli da rifornimento in sostituzione dei KC-135 ancora in servizio, per ordina solo 75 Boeing KC-46A Pegasus aggiuntivi, al fine di liberare risorse di bilancio e umane per lo sviluppo del programma NGAS stealth tanker, nell'ambito del programma KCz. Per la US Air Force, i velivoli attualmente in servizio, ma anche quelli oggi disponibili per l'acquisizione, come l'E-7A Wedgetail per gli Awac, o il KC-46A Pegasus o l'A330 MRTT per i tanker, saranno presto troppo vulnerabili per essere efficace in un conflitto ad alta intensità contro un cosiddetto avversario simmetrico come la Russia o la Cina. E i successi registrati in Ucraina dal missile russo a lungo raggio R37M tendono ad accreditare le certezze dell'aeronautica americana in questo campo.

KC 46 F 35 Notizie Difesa USAF | Aerei da combattimento | Aerei cisterna
Questa immagine di un aereo cisterna derivato da un aereo civile che rifornisce un caccia con equipaggio, potrebbe diventare sempre più rara negli anni a venire.

È in questo contesto che il segretario dell'aeronautica statunitense Franck Kendall, nonché capo di stato maggiore dell'aeronautica statunitense e favorito dai media per la sostituzione del generale Milley alla carica di capo dei capi di stato maggiore congiunti, il generale Brown, ha parlato alla Air Force Association in una conferenza ad Aurora, Colorado all'inizio di questa settimana. Non si trattava, questa volta, dell'evoluzione della flotta di supporto, ma di quella della flotta da combattimento americana. E sembra che, come Awac e tanker, anche i caccia americani siano chiamati ad evolversi rapidamente e radicalmente negli anni a venire per affrontare le sfide della guerra aerea in divenire, sulla base degli insegnamenti della guerra in Ucraina. E le dichiarazioni dei due leader politici e militari della prima potenza aerea mondiale, forniscono un'idea molto più precisa della traiettoria mirata dall'aeronautica americana in quest'area.

- Pubblicità -

LOGO meta difesa 70 Notizie sulla difesa | Aerei da caccia | Aereo cisterna

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
tutti gli articoli senza pubblicità, a partire da € 1,99.


Iscrizione alla newsletter

Registrati per Newsletter di Meta-Difesa ricevere il
ultimi articoli di moda giornaliero o settimanale

- Pubblicità -

Per ulteriori

2 Commenti

I commenti sono chiusi.

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli