Nucleare o convenzionale, quale propulsione per eventuali ulteriori sottomarini francesi?

La necessità di ampliare la flotta dei sommergibili francesi della Marina Militare Nazionale è, oggi, uno dei temi meno dibattuti dagli esperti, ma anche da diversi politici che si sono espressi su questo argomento, e non è più da sperare che sarà preso in considerazione da la prossima legge di programmazione militare in fase di progettazione, che dovrà essere applicato dal 2023.

Tuttavia, se oggi la Marina francese non si allinea e prevede solo di mettere in campo sottomarini a propulsione nucleare, si pone la questione se questi futuri sottomarini d'attacco debbano appartenere alla nuova classe di grande successo di SSN Suffren, o se sarebbe più appropriato fornire alla Marina una flotta di sottomarini a propulsione convenzionale per integrare la sua flotta nucleare.

Per la Marina la questione non si pone. Infatti, secondo il parere del suo Stato Maggiore, ma anche di molti sommergibilisti, un sottomarino da attacco nucleare, o SSN, può fare tutto ciò che un sottomarino a propulsione convenzionale, o SSK, mentre non è vero il contrario.

Pertanto, un SSN non è limitato nella durata della sua immersione a differenza dell'SSK che deve avvicinarsi alla superficie per far funzionare i propri motori diesel al fine di ricaricare le batterie.

Inoltre un SSK, anche equipaggiato con i nuovi sistemi di propulsione aerobica o AIP (Air Independent Propulsion), deve costantemente scendere a compromessi tra la sua velocità e la sua autonomia in immersione, dove lo SSN può percorrere migliaia di miglia nautiche ad alta velocità e a grande profondità senza dover mai emergere.

Infine, gli SSN di nuova generazione come il Suffren non soffrono più di questi rumori parassiti generati dal sistema di raffreddamento del reattore e sono ora altrettanto discreti e furtivi delle navi convenzionali a propulsione elettrica.

Quale formato per la flotta di sottomarini francesi?

Infatti, per la Marina francese, la questione non è sapere quale modello di sottomarino acquistare, ma quanti SSN deve avere per compiere le sue missioni. Dal ritiro degli ultimi sottomarini Agosta, la flotta d'attacco sottomarina francese è composta da 6 SSN.

Questo formato corrisponde a un sottomarino per nave principale (Capital Ship), vale a dire portaerei (1) e portaelicotteri d'assalto (3), una nave per garantire la protezione dei sottomarini con missili balistici nucleari durante le loro partenze e ritorni dal sottomarino Ile-Longue base e una nave considerata in manutenzione.

Così hanno operato i 6 SSN della classe ruby ​​per più di 30 anni dal 1983 e dall'arrivo del Ruby, anche se l'assegnazione delle missioni è stata naturalmente molto meno rigida di quanto detto.

Rubis classe 03 Flotta sottomarina | Propulsione indipendente dall'aria AIP | Analisi della difesa
La Marina francese ha implementato 6 sottomarini d'attacco nucleare di classe Rubis dal 1983

C'è ancora il 75% di questo articolo da leggere, Iscriviti per accedervi!

Logo Metadefense 93x93 2 Flotta sottomarina | Propulsione indipendente dall'aria AIP | Analisi della difesa

I Abbonamenti classici fornire l'accesso a
articoli nella loro versione completa;e senza pubblicità,
a partire da 1,99 €.


Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli