Annunciando il lancio di 60 programmi tecnologici per la Difesa, il Primo Ministro australiano vuole affogare il sottomarino?

Dire che il primo ministro australiano Scott Morrison sarebbe in una posizione difficile sarebbe un eufemismo. Infatti, non solo si ritrova coinvolto nelle conseguenze dei suoi pericolosi arbitrati in materia di sottomarini, avendo scelto di sbattere la porta in faccia alla Francia per rispondere alle sirene americane e britanniche promettendogli una flotta di sottomarini da attacco nucleare senza prima valutare la fattibilità e le conseguenze geopolitiche, operative e di bilancio, ma si ritrova, con il suo Partito Liberale, molto indietro rispetto all'opposizione laburista nei sondaggi, mentre uguale alla prossima scadenza elettorale, le elezioni federali (legislative)...

Leggi l'articolo

La Marina degli Stati Uniti deve prolungare la vita dei suoi sottomarini per affrontare la Cina

La Marina degli Stati Uniti potrebbe avere la più grande flotta di sottomarini nucleari e l'industria più efficiente al mondo in questo campo, per affrontare la Cina manca di navi. Infatti, nonostante i 53 sottomarini d'attacco nucleare delle classi Los Angeles, Seawolf e Virginia in servizio, è appena alla pari con il 6 SNA classe Shang (Tipo 09III/A), e i 44 sottomarini a propulsione convenzionale del Song (14 unità), Improved Kilo (8+2 unità) e Yuan (18 unità dotate di propulsione anaerobica). Inoltre, la flotta cinese dispone di numerosi asset operativi in ​​caso di confronto con...

Leggi l'articolo

Le nuove ambizioni della Cooperazione Permanente Strutturata Europea

La Cooperazione Europea Strutturata Permanente, o PESCO, è innegabilmente uno dei maggiori progressi ottenuti nel campo della Difesa all'interno dell'Unione Europea. Lanciato a dicembre 2017, consente agli industriali e agli attori politici europei di collaborare allo sviluppo di nuovi programmi, siano essi puramente tecnologici o industriali, con l'obiettivo di evitare il moltiplicarsi di programmi simili all'interno dell'Unione Europea, e quindi spese ritenute irrilevanti perché ridondanti tra i membri. Il 6 marzo 2018 è stato presentato il primo elenco di progetti, incentrato soprattutto sui programmi di supporto, nel campo della formazione, simulazione,…

Leggi l'articolo

Grecia, Belgio .. Questi paesi che indicano la strada per la Difesa Europa

Dalla rinascita del concetto di difesa europea in seguito all'elezione del presidente Macron nel 2017 e dall'inizio di una cooperazione attiva ma così caotica con Berlino, i progressi registrati sul campo sono stati contrastanti. A livello europeo, ormai non ci sono più dubbi sul fatto che la Cooperazione Strutturata Permanente, o PESCO, rappresenti una forma efficace per sostenere questa cooperazione europea, e l'ultima versione dei progetti presentata il 16 novembre 2021, segna al riguardo un chiaro spostamento verso una cooperazione tecnologica e industriale incentrata su obiettivi operativi e tempi ridotti, in accordo con le esigenze degli eserciti. Nel campo…

Leggi l'articolo
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE