Con l'ammiraglio Nakhimov, la Russia avrà l'incrociatore più potentemente armato nel 2023

Gli incrociatori nucleari sovietici classe Kirov, quando entrarono in servizio nel 1980, erano considerati le più potenti unità navali di superficie esistenti, ad eccezione delle portaerei, e costrinsero la Marina degli Stati Uniti a tornare in servizio. per cercare di bilanciare le cose. Pesantemente armate, a propulsione nucleare e con un equipaggio di 4 ufficiali e marinai, queste navi avevano una potenza di fuoco senza pari fino al crollo dell'Unione Sovietica. Durante i successivi 800 anni, due degli incrociatori, il Kirov ribattezzato Admiral Ushakov, e il Frunze ribattezzato Admiral Lazarev, furono ritirati dal servizio rispettivamente nel 30 e nel 2001. Il Piotr Velicki (Pietro il Grande), l'ultima unità della classe, è stato intanto varato nel 1999 e ammesso al servizio attivo nel 1996 in una versione modernizzata. Dal 1998 e da una fase di riparazione finale, è stata l'ammiraglia della Flotta del Nord e l'unica unità della classe effettivamente in servizio fino ad oggi.

L'ultimo dei 4 incrociatori di classe Kirov, l'ammiraglio Nakhimov, ex Kalinin, è entrato in servizio nel 1988, ma è stato ritirato nel 1999 per riparazioni e ammodernamenti. Rimase in stato di riserva fino al 2014, quando l'Ammiragliato decise, dopo molte esitazioni, di farne un fulcro del proprio sistema navale fino all'arrivo dei nuovi cacciatorpediniere pesanti. Nei cantieri Sevmash è quindi iniziato un grande progetto di ammodernamento per rendere l'incrociatore l'unità di superficie con la potenza di fuoco più impressionante del momento. e secondo Vladimir Korolyov, Vice CEO di United Shipbuilding Corporation for Military Shipbuilding in un'intervista con l'agenzia Tass, sta volgendo al termine, poiché l'ammiraglio Nakhimov dovrebbe entrare a far parte della flotta russa nel 2023, con capacità completamente rinnovate. E di capienza, il Nakhimov non mancherà!

L'incrociatore Piotr Velickiy ha lo stesso sistema S-300F / M dell'ammiraglio Nakhimov, ma ha mantenuto i suoi missili antinave Granit P700 e il sistema SAN-4 Osa per la difesa aerea ravvicinata

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". I “Brèves” sono accessibili gratuitamente da 48 a 72 ore. Gli abbonati hanno accesso agli articoli in Breve, Analisi e Sintesi integralmente. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- sottoscrivi-voi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE