L'aeronautica cinese rafforza le posizioni contro l'India

Se lo scontro disarmato tra militari indiani e cinesi sugli altopiani del Ladakh nel giugno 2020, e avendo portato alla morte di diverse dozzine di soldati di entrambi i campi, non ha portato a una massiccia escalation militare tra i due paesi, ha portato a Pechino e Nuova Delhi per rivedere il dispiegamento delle loro forze in questa regione altamente strategica ai confini dell'Himalaya. Su entrambi i lati, da nmolte forze militari pesanti sono state schierate nelle vicinanze di questa zona di tensione, in modo da poter rispondere, se necessario, a un attacco in breve tempo. Pertanto, numerose osservazioni hanno permesso di stabilire che l'Esercito di Liberazione Popolare stava dispiegando lì sistemi antiaerei a lungo raggio, mentre, allo stesso tempo, Nuova Delhi aumentava le sue missioni dimostrative dell'aeronautica vicino a questo confine.

Recenti osservazioni satellitari hanno però evidenziato l'intensità degli sforzi profusi da Pechino per garantire la supremazia in questo teatro, con importanti opere volte a facilitare l'accesso e il movimento delle truppe in e verso quest'area, come strade e ferrovie, numerose accogliere queste forze aggiuntive, e questo mentre gli esercizi del PLA sugli altipiani tibetani stanno ora sperimentando una densità e un'intensità mai viste prima. Allo stesso tempo, queste stesse osservazioni hanno permesso di identificare sforzi molto importanti da parte delle forze aeree dell'Esercito Popolare di Liberazione, al fine diaumentare la sua presenza e capacità di combattimento direttamente sul posto. Infatti, 5 dei principali aeroporti della costa occidentale cinese hanno subito, o sono tuttora in corso, importanti opere volte ad aumentare le loro capacità operative militari, mentre sono in fase di costruzione 3 nuovi aeroporti con piste lunghe. .

L'aeronautica cinese gestisce ora più di mille moderni caccia J10, J11, J15, J16, J20 e Su30/35. Ciascuno di questi dispositivi rappresenta un forte avversario sia per la caccia che per le difese antiaeree indiane.

Così, ai due principali aeroporti vicino agli altopiani del Ladakh dove si sono svolti gli scontri del 2020, Hotan a nord e Ngari-gunsa a sud, è stata aggiunta una nuova pista parallela per ospitare e implementare un numero maggiore di dispositivi, oltre a nuove vie di rullaggio. Inoltre, sono stati aggiunti rifugi rinforzati, per proteggere gli aerei in caso di attacco, e le difese aeree sono state notevolmente aumentate intorno agli aeroporti. Anche l'aeroporto di Kashgar, situato più a nord nello Xinjiang, ha ricevuto nuovi rifugi rinforzati e ha visto la sua infrastruttura ampliata per ospitare bombardieri pesanti come l'H6, mentre i sistemi di difesa aerea a lungo raggio, probabilmente HQ9, sono stati schierati per proteggere il sito. Allo stesso tempo, a Tashgorgan, al confine tra Cina, Pakistan, Afghanistan e Tagikistan, è in costruzione un nuovo aeroporto militare con una lunga pista, rafforzando le capacità di risposta delle forze aeree degli Stati Uniti.


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE