Il drone autonomo Skyborg della US Air Force fa il suo primo volo

Il primo drone dotato di Sistema Skyborg Sistema centrale di autonomia dell'aeronautica militare statunitense ha effettuato il suo primo volo il 29 aprile presso la base aerea di Tindal in Florida. Per l'occasione, il drone UTAP-22 della compagnia Kratos è stato dotato dello Skyborg per garantire le funzioni di pilotaggio, navigazione e controllo del velivolo, senza che un pilota fosse al comando del velivolo. droni da combattimento come il Predator o il Mietitore. Il volo, della durata di 2 ore e 10 minuti, ha consentito di validare le principali funzioni del sistema Skyborg, ovvero controllare il volo del drone e mantenerlo nel suo inviluppo di volo, manovrare l'aereo, garantire navigazione e sicurezza, il tutto in autonomia.

Questo è senza dubbio un passo importante per questo programma dell'aeronautica americana, che mira ad equipaggiare una famiglia di droni da combattimento potenzialmente sacrificabili come parte del programma Autonomous Attritable Aircraft Experimentation, per accompagnare gli aerei da combattimento F35A e F-15EX e garantire missioni troppo pericolose per gli aerei pilotati. L'obiettivo, nel giro di pochi anni, è quello di consentire ad un pilota di controllare uno o più droni da combattimento assicurando il pilotaggio e il controllo della missione del proprio velivolo, come i programmi Fedele gregario australiano et British LANCA.

Il prototipo del programma australiano Loyal Wingman sviluppato con Boeing ha effettuato il suo primo volo nel marzo 2021.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE