Il nuovo Boramae KF-21 della Corea del Sud è un combattente congiunto di successo?

Solo XNUMX anni dopo aver effettuato la prima analisi dei rischi, e meno di due anni dopo l'inizio dell'assemblaggio, il primo prototipo del programma di caccia sudcoreano KF-21, precedentemente designato programma KFX e ufficialmente chiamato Bomamae (falco) durante questa cerimonia, è stato presentato ufficialmente questo venerdì a Seoul di fronte a una delegazione di oltre 250 funzionari sudcoreani e stranieri. Va detto che tutto in questo programma è eccezionale, almeno finora. Mentre solo 30 anni fa, l'industria aeronautica sudcoreana era ancora agli inizi, ha raggiunto l'impresa di sviluppare in poco più di 10 anni, e per meno di $ 8 miliardi, un primo dispositivo per i meno promettenti, incontrando molti operativi e le aspettative di bilancio in Asia e nel mondo. Furtivo, manovrabile, veloce e dotato di elettronica di bordo avanzata, il KF-21, il cui prezzo unitario dovrebbe aggirarsi intorno ai 65 milioni di dollari, ad es. il prezzo in condizioni fly-away di un F16V Viper, non rappresenta quello che avrebbe dovuto essere il programma Joint Strike Fighter e il suo avatar, l'F35A?

Va detto questo il KF-21 ha qualcosa da sedurre. Lungo quasi 17 metri con un'apertura alare di 11m20, l'aereo è imponente, supera di 2 metri i 15 metri del Rafale o dell'F16, senza essere eccessivamente pesante, con una massa a vuoto di 11 tonnellate, 1 tonnellata in più rispetto al Rafale, e un peso massimo al decollo di 25 tonnellate, che è tanto quanto l'aereo francese. È alimentato da due motori General Electric F414-400, lo stesso che equipaggia il Super Hornet, il Gripen e l'Indian Tejas, dandogli una spinta a secco di quasi 11 tonnellate, e vicino a 20 tonnellate con il postcombustore, e un rapporto peso / potenza più confortevole. Questa configurazione consentirà di raggiungere una velocità massima di 1400 nodi, ovvero Mach 1,81 secondo i dati forniti da DAPA, l'agenzia sudcoreana per gli armamenti. L'autonomia, il limite massimo e la velocità di risalita restano, per loro, da stabilire con precisione. Infatti, contrariamente a un'abitudine diffusa nel campo dell'aeronautica militare, il produttore sudcoreano KAI, non più delle autorità del Paese e della DAPA, non oltrepassa le capacità operative del loro ultimo nato. Sarebbe anche l'opposto, perché nonostante un design stealth, e una probabile capacità di super-crociera e un'elettronica di bordo avanzata, l'aereo si presenta come appartenente alla generazione 4,5, XNUMX, o sostanzialmente uguale a quello a cui il i comunicatori di Lockheed Martin sono stati così gentili da classificare il Rafale, il Typhoon o il Gripen.

Ci sono voluti solo 10 anni e 8 miliardi di euro per progettare e assemblare il primo prototipo della KF21 Boramae, che di per sé rappresenta una prestazione notevole per un dispositivo di questa ambizione.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

Abbonamento mensile a € 5,90 al mese - Abbonamento personale a € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 25 all'anno - Codice promozionale escluso -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE