L'US Air Force collauda il sistema di protezione laser per velivoli SHIELD

L'aeronautica americana ha testato il 23 aprile presso la White Sand Air Force Base in New Mexico, il nuovo sistema laser destinato a proteggere gli aerei dai missili SHIELD, per Self-protecter High Energy Laser Demonstrator (acronimo perfetto, no?). Il test è stato effettuato a terra e consisteva nell'intercettare diversi missili lanciati in direzione del sito di prova.

Come per i programmi dell'Esercito e della Marina statunitense, lo SHIELD prevede l'utilizzo operativo tra il 2021 e il 2025, dovendo inizialmente equipaggiare l'F15 Strike Eagle in una versione contenuta in un pod. Ma anche qui la produzione di energia rappresenta una questione decisiva, sapendo che un laser di questo tipo deve raggiungere una potenza superiore a 10 KWh per essere efficace.

SHIELD costituirà il primo sistema di protezione di tipo hard kill per gli aerei americani e, a seconda delle sue prestazioni, potrebbe compromettere le attuali tecnologie di negazione dell'accesso. Resta da vedere se il sistema sarà effettivamente efficace contro i nuovi missili che volano ad alta velocità supersonica, come il R-37M, possono o meno essere effettivamente intercettati...

Per ulteriori

SOCIAL NETWORKS

Ultimi articoli