Gli hacker cinesi hackerano le università della tecnologia militare americana 27

Perché violare i servizi digitali delle agenzie federali statunitensi quando le università dispongono di informazioni altrettanto sensibili? Secondo un rapporto iDefense, 27 università specializzate nel settore marittimo o sottomarino la ricerca tecnologica per uso militare è stata hackerata da un gruppo di hacker cinese. Secondo quanto riferito, questi ultimi hanno lanciato una campagna di spear phishing. Questo attacco, di ingegneria sociale, richiede prima di raccogliere informazioni sulla vittima per inviargli un'e-mail mirata. La probabilità che l'e-mail intrappolata ingannerà la sua vigilanza e lo spingerà a fare clic su un collegamento o un allegato danneggiato. Per questi ricercatori americani, le e-mail presumibilmente provenivano da università partner e avevano come obiettivo il prestigioso Massachusetts Institute of Technology (MIT), l'Università di Washington e altre università in Canada e nel sud-est asiatico.

Il gruppo di hacker soprannominato Temp.Periscope, Mudcarp o Leviathan non è ufficialmente collegato al governo cinese. Tuttavia, il suo targeting sistematico delle informazioni militari statunitensi solleva seri dubbi. Questi attacchi informatici si verificano mentre le tensioni tra gli Stati Uniti e la Cina, in particolare nel Mar Cinese Meridionale, stanno aumentando. Costituiscono l'ennesimo attrito nella competizione tecnologica tra i due governi con i casi Huawei e ZTE.

Gli articoli di notizie pubblicati oltre i 24 mesi rientrano nella categoria "Archivi" e sono accessibili solo agli abbonati professionisti.
Per ulteriori informazioni su questa offerta, clicca qui

Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE